Higuain e Quagliarella top, Insigne e Nzonzi flop

I migliori e i peggiori della terza giornata di campionato. Anche Benassi e Boateng sul podio. Male Iacoponi e Marchetti

Higuain e Quagliarella top, Insigne e Nzonzi flop

I top e flop della terza giornata di Serie A

Top

Higuain (Milan) dopo la brutta prestazione contro il Napoli, si riscatta alla grande. Punto di riferimento centrale, è bravo a smistare palloni spalle alla porta, realizza un goal annullato dalla Var per un fuorigioco millimetrico. Al minuto 95 realizza un fantastico assist sfruttato a dovere da Cutrone per il goal partita.

Boateng (Sassuolo) è l’uomo del match. Quando trova la posizione e galleggia tra le linee, è una arma micidiale. Firma la rete dell’1-1, innesca l’azione del 2-1 e sfiora la doppietta personale con una spettacolare mezza rovesciata ribadita in rete da Babacar. La serie A ha ritrovato un signor giocatore.

Benassi (Fiorentina) un signor centrocampista. Coniuga qualità e quantità. I suoi inserimenti sono costanti e preziosi. Il goal, davvero bello, è il giusto premio ad una prova davvero da top player.

Quagliarella (Sampdoria) prezioso nel lavorare palloni per i compagni. Arma Defrel per il 2-0. Il tacco al volo, con il quale realizza il 3-0, è una rete d’antologia che da sola vale il prezzo del biglietto.

Flop

Marchetti (Genoa) portiere condominiale. Non blocca quasi niente. In occasione del 2-1 di Lirola poteva e doveva fare meglio. Non convince nemmeno in occasione del quinto goal della formazione nero verde.

Iacoponi (Parma) anello debole della difesa del Parma. Inizia la partita e lui si perde Mandzukic su una palla alta. Un errore pesante, in un match davvero equilibrato.

Nzonzi (Roma) lontano parente del centrocampista ammirato nel Siviglia. Gioca davvero sotto ritmo. Perde troppi palloni a centrocampo, anche al minuto 95. Un errore sfruttato a dovere da Higuain che lancia a rete Cutrone.

Insigne (Napoli) lento, scontato, svogliato. Dopo pochi secondi potrebbe segnare ma non ci riesce. Poi altri 44 minuti da non pervenuto. Giustamente sostituito da Ancelotti.

ilnapolista © riproduzione riservata