Il tormentone Cavani serve solo a spegnere l’entusiasmo per questo Napoli

Somiglia all’estate di due anni fa, vissuta nell’attesa del tradimento. I tifosi del Napoli sembrano ciechi, non riescono a vedere la forza di questo progetto

Il tormentone Cavani serve solo a spegnere l’entusiasmo per questo Napoli

Sembra l’estate di due anni fa

Che scocciatura. Odio i tormentoni. Ricordate proprio a Dimaro due estati fa? Viene o non viene? Rimane o se ne va? Erano i giorni e le ore del grande tradimento di chi sappiamo noi. E chi se li scorda quei giorni amari. Oggi invece ce la stiamo mettendo tutta per annullare, ridurre, mortificare, rendere innocua la bella rivoluzione del Napoli.

Se solo potessi scambiare qualche battuta a quattr’occhi con il nostro presidente De Laurentiis gli porrei una domanda, una sola domanda: “Presidente, perché solo adesso?”.

A noi piacciono le tragedie più che le farse

La psicologia dei nativi e degli umani è il mistero dell‘universo.
Prendiamo per esempio i nostri amati tifosi del Napoli. I nativi, giust’appunto.
Non è un caso che due anni fa ci automassacrammo con il tormentone sul tradimento dell’innominato. A noi piacciono le tragedie più che le farse. Ma il tempo rende giustizia, come abbiamo visto in queste ore. Quello emigrò al Nord ma in cambio quel capitale guadagnato è servito al Presidente per fare investimenti importanti, acquisti meravigliosi. E prima o dopo lo dovremo anche riconoscere.

I tifosi del Napoli sembra ciechi

Ma le curve, i nativi hanno pregiudizialmente un atteggiamento ostile, contrario al Presidente. Ed è un peccato.
Prendiamo la cecità di questi giorni. Durante un lungo viaggio in auto, mia moglie fece ascoltare alla famiglia un audiolibro che raccontava di uno strano sortilegio per cui si diffonde una epidemia in un Paese che rende ciechi. I colpiti vengono tutti trasferiti in un casermone circondato da militari pronti a sparare.

Ecco, i tifosi napoletani mi sembrano i ciechi del racconto. Perché non vedono le novità, gli acquisti, il cambio di passo della società Napoli calcio? Qual è la causa di questa malattia direi quasi sadomasochista?

Castel Volturno

Vi invito a vedere alcune cose, a mettere in fila alcuni eventi. A provare a chiederci perché oggi, all’improvviso, il presidente De Laurentis ha deciso di stupirci tutti quanti. Il primo dato indiscutibile è il cantiere aperto a Castel Volturno. La decisione di aprire e sviluppare il settore giovanile, facendo investimenti importanti.

Ma ricordate che fino a ieri il centro sportivo di Castel Volturno era una vergogna? Che mancava qualsiasi cosa?

E prima ancora di avviare i lavori a Castel Volturno e di inciarmare il progetto nuovo stadio, è arrivato l’Angelo Sterminatore dei pregiudizi, dei disfattisti, di quelli a cui non va bene mai nulla.

È il Prescelto che porterà il popolo dei tifosi del Napoli in vetta, in cima. Quello che crede nel progetto del Napoli, a differenza del suo predecessore che dopo Natale ha cominciato a carezzare l’ipotesi di emigrare fuori dall’Europa per non affondare con la squadra, visto che non credeva nella nave, cioè nel Napoli.

La gioia del nuovo Rinascimento

I nuovi acquisti e quelli mai scartati dagli armadi già nei primi giorni di Dimaro hanno avuto (e avranno) la possibilità di mettersi in mostra, di essere valutati. Solo allora De Laurentiis e Ancelotti decideranno le operazioni da fare, le vendite e gli acquisti.

Ognuno di noi ha un sogno che vorrebbe veder realizzato. Non sopporto però il tormentone di questi giorni. Perché ha un che di luciferino. È fatto apposta per spegnere l’entusiasmo, la gioia del nuovo Rinascimento che il Napoli vuole inaugurare.
Dobbiamo essere più realisti del re. Non avere paura di non farcela con le forze che abbiamo adesso. Siamo una città che si riconosce in una squadra. Non bisogna mai dimenticarlo. E forza Napoli sempre.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. le discussioni sul blog e nei vari salotti serali si soffermao sulla necessità di questa squadra ad avere qualcuno che abbia un’esperienza a 360° così da poter affrontare e gestire le 3 competizioni in maniera adeguata e dignitosa e se possibile portando a casa qualcosa, e tutti trovano nell’acquisto del t(r)op player (cavani soprattutto) la soluzione. allora, io mi domando e dico: l’anno scorso abbiamo fatto un campionato eccezionale,ma siamo usciti in malo modo dalle coppe, avevamo un grande allenatore che ha fatto grandi cose, ma che provenendo dalla serie B aveva poca esperienza, quest’anno abbiamo un allentaore che di esperienza ne ha da vendere, ha il giusto approccio con i calciatori che sembrano contenti, allora non potrebbe essere ancelotti il t(r)op player che ci serve?

  2. ragazzi, ma quanto è forte fabian ruiz?!?!

  3. Al di là di questa sterile querelle tra “papponisti” (che termine orrendo) e “aziendalisti”che mi sembra più che altro creata da voi del Napolista (dite la verità, sedete nel cda vero?!), e tornando vivaddio al campo da gioco, credo che il nocciolo della questione sia Milik.
    Ora il ragazzo ha qualità e grandi potenzialità, lo sappiamo, tuttavia lo abbiamo potuto constatare praticamente solo un mese ad inizio stagione due anni fa. Due anni fa! Io voglio anche augurarmi che torni in forma smagliante e dimostri di essere un campione ma cominciare un’altra stagione, come quella passata, scommettendo su un convalescente che viene da due stagioni praticamente fermo, mi sembra quantomeno un’imprudenza.
    Mandarlo in prestito dove possa giocare titolare con continuità sarebbe la scelta più saggia, sotto ogni punto di vista. Chiaro che a quel punto si dovrebbe cercare un centravanti, con Inglese come buon rincalzo.
    I tifosi chiedono Cavani ed é normale e sano che sia così. Lo conosciamo, sappiamo che é un giocatore fortissimo ed un atleta formidabile, che ha vissuto a Napoli tre stagioni fantastiche. Poi é ovvio, si dovrebbe ridurre lo stipendio di almeno un paio di milioni (credo che guadagni oltre i dieci milioni all’anno), ma se davvero lo si potesse riprendere più o meno allo stesso prezzo che il PSG ci pagò cinque anni fa, visti i prezzi che ci sono in giro oggi, sarebbe un affare.
    Poi magari Milik in prestito fa una stagione da trenta gol, e allora ADL potrà fare la sua buona plusvalenza, così siamo tutti contenti, ADL, i suoi tifosi e… i tifosi del Napoli!!

    • Giacomo Molea 23 luglio 2018, 15:51

      adl: do MILIK in prestito? Falso, prendo Cavani a 58m e gli do 8m netti 15 lordi? Falsissimo

    • fammi capire vuoi un giocatore di 31 anni (32 a Febbraio) che costa 58 milioni prende 12 milioni l’anno, e lo chiami affare? per il psg certamente per noi sarebbe un rischio gravissimo, prima di tutto perchè non sai se renderà ( e nessuno te lo può garantire a 32 anni), in caso d’infortunio non hai le risorse per sostituirlo, e non hai neanche il tempo di ammortizzarlo, perchè a quelle cifre ci vogliono 3 grandi stagioni del Matador per rientrare per il Napoli. Fosse un parametro 0, ci si potrebbe pensare, ma cavani fu venduto 5 anni fa a 64 milioni, il Psg ha ampiamente ammortizzato quell’investimento. In tutto questo perdi un giocatore di 25 anni che ha superato gli infortuni e che potrebbe esplodere, guadagna 1/3 di Cavani e fisicamente è certamente messo molto meglio. Prendere Cavani farebbe certo felice il popolaccio ignorante, ma sarebbe un gravissimo errore a quelle cifre, e sono certo che l’intelligenza di Adl non permetterà un’operazione folle, cerchiamo di capire e non facciamo i soliti ignoranti

      • Vedo che non tutti sono capaci di leggere, io ho parlato di campo. Stop. Lascio a voi grandi maestri della finanza internazionale i discorsi su ammortamenti e plusvalenze. Voi che tirate fuori dal cilindro parole come “popolaccio ignorante” ma non conoscete la punteggiatura. Caro sig. Ndonio, sappia che questa sua ansia di volersi a tutti i costi differenziare dal popolaccio di cui sopra é un vecchio vizio del sud Italia, da sempre. Gettare discredito sulla moltitudine dimenticando di esserne parte integrante serve soltanto a gettar fumo negli occhi degli sprovveduti. Tutti gli altri rischieranno di sorridere.

        Tornando al campo, mi meravigliano sempre le persone che ostentano tante certezze (altre invece spaventano, ma non è certamente questo il caso), come affermare che Milik sia “fisicamente messo molto meglio” di Cavani. Ovvero uno che viene da due anni di quasi totale inattività sarebbe “certamente” fisicamente più integro di uno dei più grandi atleti del calcio moderno? Cosa lascerebbe presagire questa improvvisa debacle fisica di Cavani? Il lieve infortunio muscolare rimediato ai mondiali? Ovvero praticamente l’unico delle sue ultime dieci stagioni? Ma mi faccia il piacere…

        In ogni caso si tranquillizzi, Cavani non verrà, non ci ha pensato nemmeno per un attimo. E quel vecchio volpone di De Laurentiis lo sa bene.

        • Alta finanza? sei fuori binario, qui siamo alla straccioneria + pura, non cacciate un centesimo e pretendete, questa è la mentalità meridionale miserabile, che da anni sta avvelenando una delle pochissime cose che a Napoli funziona. Quel popolaccio ignorante di cui fai parte, che insulta da anni, chi onestamente e con capacità ha fatto del napoli una società modello, in un contesto di delinquenza e corruzione.
          Milik ha 24 anni, Cavani 31, mi vuoi dire che Cavani è + fresco? se lo affermi è solo in mala fede, per altro il convalescente è Cavani per altro infortunato, uno strappo muscolare , 40 giorni di stop+ fisioterapia e inserimento. Dovresti baciare la terra che calpesta il volpone, perchè a quest’ora senza Adl saresti dove meriti

          • ☺️

          • Giacomo Molea 24 luglio 2018, 20:03

            ma credo che il Signor Mascetti faccia solo un’analisi tecnica nn economica e da quello che scrive nn mi da l’idea del cacciasordista, 6 stato troppo severo

          • ciao Giacomo,
            io leggo di riduzioni d’ingaggi e che i tifosi vogliono Cavani, però che Adl è un Volpone (non caccia i soldi). Il tutto mascherato dal dubbio sulle condizioni fisiche di Milik, che è una cretinata, visto che in primis Cavani in questo momento è lui l’infortunato. tra parentisi meno di un anno fa ho avuto lo stesso infortunio io, il medico mi disse che dopo i 25 anni quegli infortuni sono cronici, certamente Cavani è integro ed ha un fisico davvero importante. A questo aggiungerei che quello che è successo a Milik è raro, certo tutto può accadere, ma anche Milik ha qualità fisiche importanti ed è recuperato da tempo. Detto tra noi anche a me sarebbe piaciuto Cavani, ma oggettivamente le condizioni sono fuori dalla nostra portata, 12 milioni l’anno (10 milioni netti ogni 10 mesi), e cartellino da 58 milioni, giocatore prossimo ai 32 anni, non mi sembra plausibile che il giocatore si riduca l’ingaggio, chi lo farebbe?
            Sta cosa di Cavani sembra creata ad arte per gettare ombre e fango sul progetto, un voler mettere nell’angolo la società, Inter, Juve e Roma si sono rafforzate è vero, ma la Roma solo di champions ha preso quasi 100 milioni e l’inter già supera i 300 milioni di fatturato, non puoi pensare di competere con queste squadre sul cacciare i soldi, perchè loro hanno molte + risorse di noi non è sul terreno del mercato dei top player che possiamo competere, ma bisogna puntare sulle capacità che ha il Napoli di individuare talenti giovani non ancora al top, per farli crescere grazie ad un buon tecnico come poteva essere Benitez o lo stesso Mancini, Sarri pur molto bravo, non aveva tempo per i giovani, questa è l’unica strada per una squadra come il Napoli. SInceramente questo clima di odio verso la società oltre darmi particolarmente fastidio, mi preoccupa, da troppi anni va avanti, è che come un tarlo che continua a scavare internamente finchè non crolla tutto
            Saluti Giacomo

        • mi ricordi quei personaggi nostrani che comprano quei macchinoni vecchi, scassoni… o’ Mercedès, o o’bmV, di 15-20 anni e vi sparate pure la posa, avvelenando e inquinando, perchè non ve ne foxxe nulla, così a voi non frega nulla del Napoli, Cavani solo d’ingaggio prenderebbe 50 milioni (4 anni di cotratto), in + iper il cartellino ci vogliono altri 58 milioni, a 32 anni (febbraio), il che significa che a fine contratto recuperi capocchie, ma quanti goal deve fare stu maronn a 35 anni per recuperare almeno sportivamente? 30-35 goal all’anno per 4 anni? e te li fa? tutto questo considerando i 32 anni e che come abbiamo visto al mondiale appena spingi fisicamente, ti strappi da tutte le parti. Gli ultimi 8-9 anni di Cavani ai massimi livelli, hanno logorato il giocatore, continuate a fare i galli ngoppa a munnez, ma almeno caccia i soldi prima di parlare smettetela di fare i pezzenti, non avete nulla, e non potete pretendere d’insegnare a chi del Napoli ne ha fatto una società modello

  4. guido stavolta non ti capisco. sarà colpa mia.

  5. Manuel Fantoni 18 luglio 2018, 20:02

    Certamente la questione Cavani sta mettendo un po’ di pepe a questa nostra sessione di calciomercato. Non credo al ritorno del matador e ,forse, l’unico top o presunto tale che si potrebbe prendere è di Maria ma è cmq complicato. Escluse queste suggestioni pare evidente che sicuramente arriverà un terzino e poco altro a meno di cessioni “pesanti” e da rimpiazzare. Sulla carta il gap verso gli scoloriti dovrebbe essere aumentato mentre forse la roma ,e soprattutto Inter, potrebbero aver accorciato le distanze da noi. Il progetto napoli rimane fedele a sé stesso…acquisti di giocatori giovani o abbastanza giovani e dal costo non proibitivo che abbiano buone prospettive di crescita e consentire una certa competitività in Italia e in Europa. Personalmente non è un progetto che mi esalta particolarmente ma di certo fino ad adesso è stato portato avanti con coerenza e accompagnato da buoni risultati.

  6. Gennaro Saggese 18 luglio 2018, 13:55

    Il Presidente deve necessariamente trovare il modo di aumentare il fatturato. Dovrebbe cercare (in qualunque modo) di arrivare ad almeno 350 milioni annui. Ora come ora la situazione economica è salda, ma le operazioni di mercato e di prestazioni sportive fino adoggi conseguite, anche se soddisfacenti, alla lunga stancano e qui l’unico che è contento di questo andazzo è solo lui. C’è bisogno anche dell’aiuto dei tifosi, visto che come marchandising la SSCN risulta tra le peggiori di serie A, ma è ovvio che bisogna trovare introiti anche altrove, bisogna crescere, solo così sarà possibile vincere qualcosa. Per adesso la speranza è di vedere un Napoli a Marzo/Aprile in lotta in tutte le competizioni (come detto dal mister), augurarsi di più è lecito, ma pretendere oltre è da stupidi.

    • Giacomo Molea 18 luglio 2018, 18:59

      Siamo sui 150m base senza Champions e plusvalenze. Come si fa a raddoppiare? Secondo te aurelio ha piacere di prendere solo 15m da 4 sponsor locali? Nn vorrebbe di piu? Dice no grazie sto bene cosi. Evidentemente nessuno investe sul napoli calcio xche nn ci guadagnerebbe. Sulla pasta latte caffe acqua si perché sono beni di prima necessità. Nn avremo mai sponsor di livello a meno che nn cambiamo padrone con un industriale cosa che nn e’ adl

    • Giacomo Molea 18 luglio 2018, 19:27

      E’ da circa 1anno che una donna manager collabora con adl x migliorare fatturato. Ovviamente senza rischio di impresa xche questa e’ la sfida. Investire senza certezze di un ritorno economico siamo bravi tutti

  7. Giacomo Molea 18 luglio 2018, 13:04

    Basta con sto mercenario, bacini bacetti ad ogni gol, un saluto a DIo prima della partita ma….datemi minimo 1 milione netto al mese. Aurelio lascialo perdere

  8. Purtroppo in giro,c’è molta ignoranza e si dimentica sempre che questa società ha solo pochi anni di vita.
    Il presidente avrà un carateraccio ma è un grande. Manager,
    E quindi ogni cosa ha i suoi tempi; centro, sportivo, stadio eccc……
    E veniamo al oggi; difficile combinare qualcosa di buon se le componenti di un organizzazione non vanno in sintonia quindi giusta la separazione con Sor tuta che a Napoli ha potuto fare tutto quello che ha voluto, vediamo a Londra.
    La squadra rispetto alla scorsa stagione ha perso pochissimo e ha aggiunto tanto e forse ancora aggiungerà.
    Abbiamo 2/3 centravanti veri; ho molta fiducia in inglese che per gran parte da solo ha salvato il Chievo.
    Abbiamo un rincalzo di lusso, Verdi, sugli esterni che se solo L avessimo avuto L anno scorso no so come sarebbe finita.
    Abbiamo sette centrocampisti di altissima qualità, forse qualcuno verrà tagliato.
    Sei centrali difensivi e tanti giovani di belle speranze,,,,,,,,dai portieri Contini e Marfella, dal giovanissimo Senese ai vari Roberto insigne, Gaetano e ci metterei pure Vinicius.
    Insomma secondo me siamo ben attrezzati e probabilmente lo saremo ancora di più a fine agosto.

  9. Luciana Calienno 17 luglio 2018, 22:21

    Se la squadra del cuore si priva dei due artefici ,in panchina e in campo,di un secondo posto con scudetto sfiorato, staccando di venti punti squadre con rosa migliore,e deve ricominciare tutto daccapo, direi che qualche motivo per non essere al momento entusiasti forse è legittimo. Si può essere ottimisti ,speranzosi,inguaribilmente tifosi,ma se uno adesso è entusiasta è semplicemente uno sciocco.Così come lo è chi si entusiasma per i lavori a Castelvolturno,che sono il minimo per adeguarlo ad una squadra professionistica,e sono stati pretesi da Ancelotti. Dunque non date lezioni al prossimo sugli stati d’animo opportuni.

  10. Siete molto bravi a disegnare preventivamente l’eventuale (e purtroppo assai improbabile) ingaggio di Cavani addirittura come una impresa titanica, tale da mettere a rischio l’esistenza stessa della SSCN.. così che il tifoso medio si assuefaccia sempre più all’idea che quello che si sta facendo va già oltre il massimo delle possibilità del club; che è poi ormai la vostra unica mission

    • …ma che cosa sono seicentomila lire? Ma chi le ha viste mai? Noi adoperiamo gli scèc.

      • Noi adepereremo pure gli scèc, ma in cassa (ben appostati a riserva per inverosimili, prossime apocalissi planetarie) abbiamo una bella centotrentina di milioni.

  11. Sono d’accordo col concetto di base dell’articolo. Ma ho la sensazione che le voci su Cavani sia la società stessa ad alimentarle oltre al Napolista stesso . Vedi ad esempio la risposta di Ancelotti nel dopo partita col Gozzano a chi gli chiedeva del mercato degli attaccanti :”Sono fatti nostri”. Quale risposta avrebbe potuto di più accendere la fantasia dei tifosi ? Cui prodest ?

  12. giancarlo percuoco 17 luglio 2018, 18:34

    la paura di non farcela in cosa?

  13. Questa piccola tragedia è la consapevolezza che “quelli” con Ronaldo sono diventati ancora più forti, mentre noi nonostante gli sforzi della società a trattenere i nostri campioni, siamo forti come l’anno scorso dove però non abbiamo vinto nulla

  14. Potrei pure essere d’accordo ma la cosa che più mi stupisce è che per riuscire a leggere su questo sito che il centro sportivo di Castel Volturno era una vergogna ci sono voluti 10 anni e solo per usarlo come argumentum a contrariis ora che il ns vate ha deciso che forse Benitez aveva ragione.

  15. Non sono un detrattore di ADL a priori ma mi pare che voi pecchiate davvero del vizio opposto. Il Maestro, che a me lasciò con gli occhi spalancati già ai tempi di un Napoli-Empoli, ha moltiplicato il valore dei singoli sfiorando un’impresa paragonabile quasi a quella del Leicester perché bene o male con la quinta potenza economica della A, impresa fallita solo perché scippata dagli arbitri (sei decisioni favorevoli consecutive pro Juve in casi a essere buoni “dubbi” nel girone di ritorno). Ancelotti ha dato il meglio di sè con “top players”, ovvero gente che ha vinto Champions e campionati di prima fascia, e il suo arrivo ha un senso solo se, come avvenne per Benitez, sarà capace di attrarli di nuovo (il solo Albiol per me può essere considerato “top” alla pari di molti juventini), sempre che ADL abbia la forza e la voglia di prenderli.
    Pensare di competere di nuovo con la Juve, che ha aggiunto Emre Chan e addirittura CR7 ai suoi vari “top” oltre ai consueti rinforzi dei giovani più interessanti (Perin, Caldara, Spinazzola) con un mercato che per il momento vede Ruiz e Verdi per Jorginho, un giovane di belle speranze per Reina, due terzini titolari che sarebbero certamente riserve nella Juve, l’infermeria già piena e poco altro (Ciciretti, Grassi e Inglese buoni, ma non certo decisivi) è semplicemente impensabile. Oltre alla benemerita ristrutturazione di Castelvolturno servirebbe un terzino ambidestro di livello ALTO (=Vrsaljko) e almeno un “top” in avanti, del calibro di Di Maria, Cavani o Benzema.

    • Francesco Sisto 17 luglio 2018, 19:04

      Caro Riccardo, le squadre non si fanno (solo) con i nomi, se tu schieri 11 CR7 probabilmente finisci in serie B, perche meglio avere Hysaj cone terzino che CR7 o Messi.. poi è ovvio che per organico la Juve ci sara sempre davanti (e non solo a noi…), ma questa squadra e da anni e anni che fa bene, e questo lo confermi anche tu, citando il Leichester, che non era certo la più forte della premier, eppure…
      Ancelotti ha detto una cosa importantissima “questa squadra conosce tante cose” (su per giu il succo era questo), vale a dire che lui si è accorto di partire da una base solidissima, ereditata dai suoi predecessori, e non deve partire da Zero, dovra solo lavorare sulla mente dei giocatori, inculcargli quella mentalità vincente che, per ovvi motivi, era uno dei pochi difetti di Sarri.
      P.S questanno abbiamo anche Ghoulam e Milik in piu rispetto allo scorso anno, non poco.

    • accozzaglia di frasi fatte piene di imprecision….che la juve sia economicamente + forte dovrebbe farti capire che è proprio in quel campo che non la puoi battere, perchè avranno sempre + soldi di te, se il Napoli prende 1 top player, la juve ne può prendere 5, buttare le risorse su un giocatore, che tra l’altro non è mai detto che farà quel che deve fare, è da semplici ignoranti incoscienti. Prendi 60-70 milioni (ingaggio cartellino ecc ) e li butti su un giocatore, Dimaria? Benzema? e non si adattano hai distrutto il bilancio e il lavoro di un anno minimo, viene Cavani e si rompe come al mondiale, ti sta fuori 4 mesi, che fai? è da pezzenti buttare le poche risorse che abbiamo su 1 cavallo, anzi è da ciucci, mentre è da presuntuosi volersi misurare con chi moltiplica per 4/5 il tuo budget. Ultima annotazione, il Napoli è la 5a forza della serie A, Dietro Juve, Inter, MIlan e Roma,

      • Concordo al 100 %
        Il Napoli fa bene a non sperperare capitali e risorse nel cercare di inseguire chi non riuscirai mai a raggiungere. Meglio soldi messi su asset durevoli come centro sportivo/stadio che in giocatori che non sarai più in grado di rivendere e che comunque non ti faranno colmare il gap con la principale concorrente. Tra la’ltro si parla che il centro sportivo costa 10-15 milioni. Attualmente con quei soldi non ti compri un Grassi. Oppure metti 60 per Cavani e tra 4 anni, infortuni permettendo, non ti trovi niente. Al presidente secondo me si può contestare solo che talvolta gli piace atteggiarsi per il resto, sopratutto se i soldi li metterà per davvero sulle infrastrutture, niente da dire.Che poi dal Napoli ci guadagni pure bei soldi, niente da dire. E’ un business, ha investito ed è giusto che ci guadagni anche bene. Ai tifosi solo la libertà di starsene a casa se non ritenessero gli attori e lo spettacolo degni

        • Ciao Antonio,
          sono d’accordo con te, però vorrei puntualizzare una cosa sui “bei soldi” che guadagna Adl. IL sole 24 ore, e il corsport, quest’anno hanno pubblicato i numeri sui guadagni di Adl, e risulta che in 14 anni i delaurentis hanno preso 20 milioni , certo c’è da considerare che i primi 4 anni non hanno preso nulla, ma anche 2 milioni all’anno, mi sembrano cifre + che accetabili, anche perchè squadre come Juve_milan,Inter o Roma ne spendono molto di + per i propri dirigenti.

          • Antonio Novi 25 luglio 2018, 1:48

            Investendo e quindi rischiando secondo le cifre che hai indicato, hanno guadagnato in 14 anni i soldi che attualmente Cavani ne prende in 2. Resta il fatto che ADL poteva anche rimetterci ma che adesso invece risulta essere il padrone di una squadra che vale 200 mln. Comunque a mio modesto avviso, penso che i tifosi dovrebbero sempre tener presente che lo sport è un business. Nessuno, nemmeno gli sceicchi mettono soldi tanto per…C”è uno scopo, un piano una convenienza alle spalle. Il Napoli piü di tutte, opera secondo questa logica e a mio modo di vedere fa bene. ADL non mette soldi per un signor Cavani sapendo di non poterlo magari rivendere senza guadagno. Converrebbe farsene una ragione….

          • semplicemente perfetta la tua analisi

    • Caro Riccardo, il maestro se ne è andato lui perché noi popolo non abbiamo una lira per comprare una maglietta originale e quindi gli limitiamo la carriera. Però i sottoscritti pezzenti sono gli unici ad avergli dato fiducia e messa in mano una rosa da mezzo miliardo e una panchina appena lasciata da uno che andava al Real.

  16. nicandro gesi 17 luglio 2018, 15:01

    Tutto abbastanza giusto. Tranne il fatto che: “siamo una città che si riconosce in una squadra”. Bisogna andare oltre l’ambito cittadino e liberarsi dalla retorica del “difendiamo la città”. Ma per fortuna con Ancelotti è tornata pure “Oj vita mia”…

  17. Ciro Polpetta 17 luglio 2018, 14:47

    Allora mettiamo sulla bilancia i lavori a Castelvolturno, la solita promessa di fare lo stadio, l’ingaggio di Ancelotti, la campagna acquisti (ad oggi) e i risultati sportivi di questi ultimi anni.
    Di cosa dovremmo essere entusiasti? Castelvolturno non è della società, mi pare; i lavori miglioreranno l’ambiente di allenamento della squadra ma rafforzano solo indirettamente la SSCN; se ADL vende il Napoli, vende solo il parco-giocatori e nessuna struttura. La promessa di fare un incommentabile stadio da 30000 posti è come il coro “Vesuvio lavali col fuoco”: stucchevole e disturbante allo stesso tempo. L’ingaggio di Ancelotti è una scommessa: quella mediatica è in gran parte vinta, perché oggi molti credono che Sarri sia un traditore incompetente e testardo; quella sportiva è tutta da vedere, e, dato l’alto ingaggio, mi sembra una scommessa ben più pericolosa di quella su Sarri tre anni fa. La campagna acquisti ad oggi è stata grigia come una pantegana; e nemmeno per un attimo è capace di farmi dimenticare gli orrori di questi ultimi anni, con il picco dei due ultimi gennai da campioni d’inverno o quasi: Grassi e Regini; Verdi e Politano. I risultati sportivi: la stabile qualificazione in Champions è il più importante per le tasche del presidente ed è un grande sfizio anche per i tifosi; oggi, significa essere almeno da quarto posto, cioè una medio-grande; il campionato, quest’anno “quasi” vinto, non è un obiettivo della SSCN perché non fatturabile; questo è noto, è stato recentemente ribadito (“meglio la stagione della Roma”) e ormai ci stiamo abituando. Ma non riusciremo tutti a tifare per il fattore b come “bilancio”; si tifa per la squadra e per la città, non per la SSCN, soprattutto perché quando il padrone parla, noi ci mortifichiamo.

    • Ancelotti è una scommessa..
      Nemmeno Lewis Carroll avrebbe potuta immaginarla

    • Giacomo Molea 18 luglio 2018, 13:06

      Qualcuno puo’ competere ad armi pari con la juve? Arrivare secondi terzi quarti nn cambia niente ma una semifinale col real madrid fa sognare i tifosi e le tasche sscn

    • non ci salveremo quest’anno, speriamo che torni corbelli, Naldi o addirittura Ferlaino, così torniamo ai fasti di un tempo, c’è poco da fare alla fine mi sto convincendo che noi la delinquenza ce l’abbiamo nel dna, per cui è inutile lottare siete maggioranza, w il carognismo e jenny presidente subito

  18. Io credo che la gente volesse lo scudetto! Almeno quest’anno calcistico appena finto! Perchè era l’anno dell’adesso o mai più! E scordatevi che quest’anno il napoli finisca primo! Al massimo secondo…al massimo.

    • Giacomo Molea 18 luglio 2018, 13:20

      Ma nn finisce primo nessuno che nn sia la juve x almeno 4anni 11 consecutivi

  19. L’unica domanda che dobbiamo farci è: la rosa è completa e competitiva in tutti i reparti?

    Se sì, non ci serve nè Cavani nè altri giocatori. Al momento manca il terzino destro. In attacco se Milik sta bene stiamo bene anche con Inglese altrimenti avremmo bisogno di un’alternativa. Similmente con il terzo portiere. Stop.

Comments are closed.