Il Times cita una mail di Conte: «Sono ancora io l’allenatore del Chelsea»

Il tecnico si rivolge ai suoi calciatori in un messaggio di posta elettronica: non ha ancora avuto notizie sul suo futuro, e sembra pronto a ricominciare.

Il Times cita una mail di Conte: «Sono ancora io l’allenatore del Chelsea»

La confusione in casa Chelsea

Una fonte abbastanza autorevole come il Times conferma il periodo abbastanza complesso in casa-Chelsea. Secondo il prestigioso quotidiano britannico, Antonio Conte si sente ancora l’allenatore del Chelsea, e si comporta come tale nella preparazione della stagione che sta iniziando. Secondo la ricostruzione pubblicata ieri in tarda serata, l’ex allenatore della Juventus avrebbe inviato una mail ai calciatori non impegnati ai Mondiali, chiedendogli di presentarsi lunedì per l’inizio del precampionato. Una richiesta non conforme alle volontà del club, che invee ha chiesto ai suoi tesserati di ricominciare a lavorare nel week-end, tra sabato e domenica.

Insomma, Conte si aspetta ancora di essere licenziato dal Chelsea. Solo che il Chelsea non gli ha ancora comunicato nulla, e allora lui si sente ancora a capo del progetto. Il Times cita ancora il messaggio di posta elettronica inviato da Conte e fa riferimento a un precedente recente: «La sua mail è stata oscura, tersa. Ha riportato alla mente il messaggio inviato a Diego Costa dodici mesi fa, quando gli comunicò di essere uscito fuori dai suoi piani».

Da parte sua, spiega il Times, il Chelsea ha tutta l’intenzione di nominare Sarri come nuovo manager. Anzi, avrebbe già pianificato con lui alcuni movimenti di mercato. Solo che il Chelsea non ha ancora sollevato Conte dall’incarico, quindi dovrà continuare a corrispondergli lo stipendio di 9 milioni di sterline. Non solo: il club londinese dovrebbe continuare a pagare il suo staff e persino la differenza tra il suo vecchio ingaggio e l’eventuale nuovo salario per un nuovo incarico. Una eventualità che non si è verificata: Conte non ha ricevuto offerte, quindi ha deciso di prendersi un anno sabbatico. La sua idea è di non presentare le dimissioni. Quindi, da contratto, è pronto a tornare al lavoro, con il Chelsea. Nonostante Sarri, nonostante tutto.

ilnapolista © riproduzione riservata