La Figc ha deferito il Parma, ora la Serie A potrebbe essere a rischio

Emanuele Calaiò e il suo club (responsabilità oggettiva) potrebbero essere puniti per illecito sportivo. La partita in questione è Spezia-Parma, ultimo turno del campionato di Serie B.

La Figc ha deferito il Parma, ora la Serie A potrebbe essere a rischio

Anche Calaiò è stato deferito

Ora è ufficiale: il Parma rischia una penalizzazione o addirittura l’esclusione dal prossimo campionato di Serie A. Il club ducale ed il suo calciatore Emanuele Calaiò, ex Napoli, sono stati deferiti dalla Federcalcio per gli sms inviati ai calciatori dello Spezia prima della partita del 18 maggio scorso. Vincendo in Liguria, il Parma ha guadagnato l’accesso al campionato di Serie A 2018/2019. Sotto, il testo del comunicato Figc:

«Il Procuratore Federale, esaminati gli atti dell’indagine disciplinare esperita in relazione alla gara Spezia-Parma dello scorso 18 maggio, ha deferito al Tribunale Federale Nazionale il calciatore del Parma Emanuele Calaiò “per la violazione dell’art. 7, commi 1 e 2, del C.G.S., per avere, prima della gara Spezia-Parma del 18 maggio, valevole per il Campionato Professionistico di Serie B 2017/2018, posto in essere atti diretti ad alterare il regolare svolgimento e il risultato finale della gara suddetta, tentando di ottenere un minor impegno agonistico da parte dei calciatori dello Spezia Calcio, Filippo De Col e Claudio Terzi».

Si legge ancora: «Si tratta di atti per assicurare alla propria squadra il risultato favorevole dell’incontro, e, in particolare, inviando a tal fine a Filippo De Col, qualche giorno prima della gara, messaggi a mezzo dell’applicativo di messaggistica “WhatsApp”. Il Parma è stato deferito a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi degli artt. 7, comma 2, e 4, comma 2, del CGS, per il comportamento posto in essere dal proprio tesserato».

Qualora venisse accertata la sua responsabilità oggettiva, il club ducale rischierebbe l’invalidamento della promozione in Serie A. Possibile anche una penalizzazione da scontare nella prossima stagione. Calaiò, invece, potrebbe essere squalificato per quattro anni. Inoltre, potrebbe anche essergli comminata un’ammenda non inferiore a 50mila euro.

Il Napoli e il mercato

Una notizia che riguarda anche il Napoli. Sì, perché il club partenopeo ha messo in piedi numerose operazioni di mercato con il Parma. Il primo nome letto sui giornali è quello di Sepe, ma anche Grassi potrebbe finire in Emilia. Un’eventuale cancellazione dell’approdo in Serie A potrebbe portare la dirigenza ducale a rivedere i piani per la campagna trasferimenti.

ilnapolista © riproduzione riservata