La separazione di Sarri da Napoli è come quella di Al Bano e Romina

Sarri è stato rassicurante e un punto di riferimento, anche se non abbiamo vinto. Ancelotti è come se Al Bano avesse sostituito Romina con Shakira

La separazione di Sarri da Napoli è come quella di Al Bano e Romina

“Romina e io ci siamo separati”

«Caro direttore, Romina e io ci siamo separati. Preferisco raccontarlo io, per evitare pettegolezzi. Non sono stato in grado di salvare il mio matrimonio. Ho fatto del mio meglio, ma ho fallito». Ecco, così Al Bano ufficializzò al mondo la ferale notizia in una lettera al settimanale Oggi. Era l’inizio di marzo del 1999 e, ancora prima del grande caos dovuto all’entrata in circolazione dell’euro, gettò nella disperazione tutti gli italiani dal cuore tenero. Non si trattava soltanto della fine di un matrimonio, infatti, era la caduta di un mito, la fine di ogni speranza che l’amore possa durare. Tuttavia proprio la certezza della pena – intesa come dolore – mitigava un po’ la sofferenza. Sua e di noi tutti.

Sarri ci ha resi orgogliosi pur senza vincere niente

Per i tifosi del Napoli, Sarri è stato come Al Bano e Romina. Anche lui è stato rassicurante, con la reiterazione degli schemi e l’impiego prevalente degli stessi giocatori per tre anni. Anche lui ci ha riempito gli occhi (come per la verità ha fatto più Romina che Al Bano). Ha trasformato il Napoli in un punto di riferimento nelle zone alte della classifica, come Al Bano e Romina nelle hit parade. Anzi, loro sono riusciti a vincere un Festival di Sanremo e il Comandante azzurro non ha vinto niente. Ma proprio in questo consiste il miracolo di Sarri: ha reso orgoglioso il pubblico napoletano e contenta tutta la città pur senza portare trofei in bacheca. Del resto Al Bano e Romina sarebbero stati un mito anche senza quel festival vinto. E lo sono stati nonostante tutti sapessero che lei, diciamo la verità, non abbia esattamente una grande voce.

Come se Al Bano avesse sostituito Romina con Shakira

Diversamente da Al Bano, Sarri ha sbagliato a lasciarci privi di certezze, anche perché questo atteggiamento ha coinvolto mezza squadra. Per pochi giorni, però: fino a quando De Laurentiis non ha rilanciato con Ancelotti. Chi avrebbe potuto avere qualcosa da ridire? Nessuno, infatti nessuno lo ha fatto. Come se Al Bano avesse sostituito Romina con Shakira: sul piano «tecnico» nessuno avrebbe potuto obiettare alcunché. Ma, senza arrivare a una mozione degli affetti, sul piano delle emozioni non è la stessa cosa. Certo, probabilmente aumentano le possibilità del Napoli di «vincere il festival». Tuttavia, chi non ha provato un po’ d’emozione a rivedere insieme Al Bano e Romina quasi vent’anni dopo?

ilnapolista © riproduzione riservata