Kempes: «Mi dà fastidio pensare che Icardi sia fuori dall’Argentina per motivi extracalcistici»

Alla Gazzetta: «L’Argentina ha cambiato tanti allenatori, e i risultati sono gli stessi. Il problema, quindi, è nel gruppo. Icardi avrebbe fatto comodo»

Kempes: «Mi dà fastidio pensare che Icardi sia fuori dall’Argentina per motivi extracalcistici»

«Il problema non è l’allenatore»

Mario Alberto Kempes, protagonista dei Mondiali del 1978, di centravanti se ne intende. Di quel Mondiale non fu solo il protagonista indiscusso, fu anche il capocannoniere con sei reti. Di cui due nella finale vinta 3-1 contro l’Olanda. Finì a zero reti il girone preliminare. Poi realizzò tre doppiette: alla Polonia, al Perù nell’ancora discusso 6-0, due appunto in finale. Vinse per due anni consecutivi, nel 77 e nel 78, il titolo di Pichichi cioè la classifica cannonieri del campionato spagnolo che allora si chiamava di Primera Division. Allora giocava nel Valencia.

Ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Una conversazione in cui ha toccato diversi temi, tra cui ovviamente la condizione dell’Argentina dopo il pareggio contro l’Islanda. Delle sue frasi su Messi e Maradona abbiamo già scritto: “«È una sciocchezza dire Messi è più forte di Maradona». Non ha attaccato Sampaoli: «L’Argentina ha cambiato tanti allenatori negli ultimi anni, eppure i risultati sono sempre stati deludenti. Dunque va corretto qualcosa nel meccanismo della squadra. È il gruppo dei giocatori che, evidentemente, non funziona».

«L’Argentina ha solo un modo di giocare: palla a Messi»

«L’Argentina ha soltanto un Piano A, le mancano il Piano B e il Piano C. Il Piano A consiste nel dare la palla a Messi, chiudere gli occhi e sperare. Ma, dico io, se Messi ha il raffreddore, serve una soluzione offensiva differente, altrimenti come si può vincere?».

E ancora: «Io vedo tanti “amici” di Messi ma non vedo tanti “compagni” di Messi. Questa è la differenza. Per esempio: qualcuno mi può spiegare perché Icardi non è stato convocato?» A questo punto il giornalista gli chiede: “Forse perché non è amico di Messi?”. E Lui risponde. «Non lo so. Ma se non è stato chiamato per questioni extracalcistiche, è una cosa che mi dà molto fastidio. A quest’Argentina Icardi faceva molto comodo».   

ilnapolista © riproduzione riservata