Jorge Mendes è sparito dai radar di mercato del Napoli

Il passaggio di Rui Patricio al Wolverhampton “cancella” una sinergia di mercato che sembrava poter diventare qualcosa di più. Ora è rimasto solo Ghoulam.

Jorge Mendes è sparito dai radar di mercato del Napoli

Ghoulam

Un mese e mezzo fa, pubblicammo un articolo con la stessa foto in apertura: De Laurentiis, Ghoulam e Jorge Mendes all’atto del rinnovo di Faouzi. Scrivevamo di una nuova possibile sinergia tra il Napoli e il superagente portoghese, chiedendoci se l’ambiente partenopeo potesse essere pronto a un’esperienza di questo tipo. Ecco, l’interrogativo è rimasto inevaso, perché abbiamo perso le tracce di Jorge Mendes. È (già) sparito dai radar di mercato del Napoli.

In realtà, il pezzo dell’8 maggio partiva solamente da Ghoulam. Poi andava ad esplorare una serie di possibili eventualità tecniche ed economiche direttamente connesse al modello GestiFute. Non è che Mendes è completamente sparito, è che ora l’unico legame rimasto con il Napoli è il contratto di Ghoulam. Ora che anche Rui Patricio è (ufficialmente) un calciatore del Wolverhampton, i rapporti sono sempre meno consolidati, o comunque limitati alla procura di Ghoulam.

Che, in qualche modo, resta “ferma” solo per le condizioni fisiche incerte del calciatore. Ci spieghiamo: l’idea di Mendes era chiara, palese, prevedeva il rinnovo con clausola rescissoria bassa o comunque accessibile (fatto), la successiva cessione e il rimpiazzo con Alex Grimaldo, terzino sinistro del Benfica e appartenente alla scuderia GestiFute. Solo che l’infortunio si è messo di mezzo, e ora Ghoulam non ha un futuro chiaro. O meglio: sussistono dubbi sul suo recupero, soprattutto dopo la ricaduta di febbraio. Niente cessione, Faouzi resta a Napoli e tutto si posticipa al prossimo anno, casomai.

Niente sinergia

L’approdo di Mendes a Napoli ci aveva fatto fantasticare un po’ sulla possibile installazione di un hub di trasferimenti della GestiFute. In realtà, a ripensarci, sembrava che stesse andando davvero in questo modo: Rui Patricio al Napoli, operazione praticamente già fatta, poi qualche spiffero su Cancelo, che ora pare destinato alla Juventus. Ora, invece, tutto tace. Basta fare un giro sulla pagina Transfermarkt che mostra tutti i calciatori “curati” da Mendes per verificare la totale mancanza di connessioni di mercato – quantomeno di rumors. Sì, c’è Angel Di Maria, ma il Napoli non è mai andato al di là di una suggestione della stampa. Poi, ripetiamo, nient’altro.

Quindi, niente sinergia. Non sappiamo come interpretare questo dietrofront, soprattutto non sappiamo come giudicarlo. Non sappiamo se De Laurentiis abbia deciso – di comune accordo con Ancelotti – di limitare le operazioni di mercato con Mendes; oppure se i profili proposti dall’agente portoghese non siano di gradimento per tecnico e società. E non sappiamo se questo amore nato e già finito sia stata un’occasione persa. Certo, ci sono anche i grigi: il Napoli resta in buoni rapporti con la GestiFute ma non diventa una colonia come il Wolverhampton, né tantomeno una squadra “affiliata” come il Monaco o il Valencia. Magari la volontà di De Laurentiis è stata quella di rimanere in una comfort zone di gestione pienamente autonoma e non “demandata” alle logiche di calciomercato selvaggio che caratterizzano l’operato di Mendes. Da qui al termine della sessione di trasferimenti, verificheremo se ci sarà stato un riavvicinamento.

ilnapolista © riproduzione riservata