Gli effetti di Ancelotti su Napoli: è già scomparsa la camorra di Younes

Secondo il Corriere dello Sport, Younes potrebbe anche restare, tutto dipenderà dal giudizio di Ancelotti. L’ultima tappa di una storia paradossale.

Gli effetti di Ancelotti su Napoli: è già scomparsa la camorra di Younes

L’indiscrezione del Corriere dello Sport

Un veloce ripasso sulla versione di Amin Younes. Ricordate di chi parliamo, qui vi linkiamo un un pezzo del quotidiano olandese De Telegraaf. In cui viene raccontata la sua (breve) comparsata a Napoli, la povertà della città, l’incontro con i camorristi, insomma un’esperienza pessima e inficiata dalla criminalità locale. Che sappiamo essere molto aggressiva, soprattutto con gli esterni offensivi di nazionalità tedesca e di proprietà dell’Ajax. Sono i loro bersagli preferiti.

Oggi scopriamo che i noti problemi di Napoli con la malavita organizzata potrebbero essere stati risolti. Il Corriere dello Sport scrive che Younes «potrebbe anche restare, Giuntoli ci ha lavorato fino a qualche settimana fa». Si legge anche che il responso definitivo arriverà in base alle valutazioni di Carlo Ancelotti. Che potrebbe decidere di dargli una chance, ma anche di lasciarlo libero. Tutto dipenderà da come il nuovo tecnico affronterà e sconfiggerà la camorra, viene da pensare. Se non ci è già riuscito, tanto da convincere Younes a rispettare il contratto firmato a gennaio con il Napoli.

Scherzi a parte, la risoluzione della vicenda sarà la prova, definitiva e provata, rispetto a quanto successo a gennaio. Difficile pensare a una retromarcia da parte di Younes, solo perché il Napoli ha un allenatore nuovo e diverso (per richiamo internazionale). Probabilmente, sarebbe un autogol ancora più clamoroso rispetto alla paradossale fuga di gennaio. Vedremo come andrà.

ilnapolista © riproduzione riservata