Sarri: «La Lega ha molto da lavorare. Abbiamo giocato 14 partite su 16 prima della Juve»

«Sono contento della partita di stasera perché una squadra che non ha più nulla da chiedere e fa una partita così significa che ha un elevato valore morale»

Sarri: «La Lega ha molto da lavorare. Abbiamo giocato 14 partite su 16 prima della Juve»

Le parole di Maurizio Sarri ai microfoni di Mediaset Sport al termine di Sampdoria-Napoli:

Il titolo lo ha vinto la squadra più forte?

«Non lo so, che sia la squadra più forte e più potente è certo, ma ho visto troppe poche partite della Juve per sapere se quest’anno lo merita»

Giornata storica per il record di punti, ma cosa mancava per lo scudetto?

«Dovevamo andare a letto prima il sabato sera a Firenze. La squadra ha subito un contraccolpo per l’arco temporale e per i modi in cui è venuto fuori il risultato. Il mio rammarico è che abbiamo perso il campionato in albergo e non in campo»

Quindi c’è bisogno di maggiore tenuta mentale?

«Noi sicuramente da questo punto di vista possiamo migliorare, perché la squadra è vulnerabile, ma la lega ha molto da lavorare. Nelle ultime 16 abbiamo giocato 14 volte dopo la Juve ed è chiaro che ci avrebbero creato un danno notevole»

Cosa servirà l’anno prossimo per battere la Juve?

«Io sto pensando alla partita col Crotone. Sono venuta a fare un’intervista post Sampdoria-Napoli e  nessuno ha chiesto nulla sulla partita. Qualcuno che sa di calcio e che parla di calcio ogni tanto ci va in tv. Questo sport è diventato un business perché prima è stato uno sport e se lo si dimentica si rischia che finisca anche il business»

Grande prestazione questa sera?

«Sono contento della partita di stasera perché una squadra che non ha più nulla da chiedere e fa una partita così significa che ha un elevato valore morale»

Una richiesta per mister Sarri, resta! Cosa può dire ai tifosi?

«Posso dire che è una tifoseria che amo profondamente e questo mio sentimento non cambierà mai comunque finirà la storia»

Giovedì incontrerà il presidente però prima del Crotone?

«Giovedì c’è la cena sociale o il presidente non viene o io non vado oppure ci incrontriamo»

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata