Dall’Inghilterra: il Chelsea potrebbe “liberare” Sarri pagando 4 milioni di euro

Secondo l’account Twitter CFC Forever, il Napoli potrebbe accettare un indennizzo inferiore. L’ipotesi potrebbe essere quella delle dimissioni di Sarri, che però devono essere accettate.

Dall’Inghilterra: il Chelsea potrebbe “liberare” Sarri pagando 4 milioni di euro

La formula per le dimissioni

Ieri abbiamo scritto di come il Chelsea si trovi di fronte ad un’istituzione particolare ma già toccata con mano in passato: la clausola rescissoria di un allenatore. Ricostruiamo velocemente il contesto: oggi è l’ultimo giorno a disposizione di Sarri per (far) versare la clausola di scioglimento unilaterale del proprio contratto. Valore: 8 milioni di euro. A partire dalla mezzanotte, Sarri resta un dipendente del Napoli che non ha più la possibilità di mettere fine al rapporto lavorativo, se non attraverso le dimissioni. Dimissioni che però devono essere accettate dal Napoli, quindi il pallino è in mano al Napoli. Un’opzione che gli costerebbe 1,5 milioni di euro, come spiegato dal giornalista Giovanni Scotto su Twitter. Oppure De Laurentiis potrebbe decidere di rescindere il contratto e lasciare libero il tecnico, dietro pagamento di una penale (si dice tra i 500mila e i 700mila euro). Ipotesi altamente improbabile.

Sopra, abbiamo visto come l’account Chelsea FC Forever lanci una nuova possibilità di accordo. Ovvero: il Chelsea paga un indennizzo al Napoli (la metà della clausola rescissoria); a quel punto, il Napoli accetta le dimissioni di Sarri e quindi risparmia due stagioni di stipendio e premi. Per un conto finale che, cifre ipotetiche alla mano, dovrebbe essere abbastanza vicino al valore della clausola rescissoria. Ovviamente, non conoscendo tutti i termini dell’accordo, stiamo facendo una ricostruzione della faccenda, partendo da questa (potenziale) notizia in arrivo da Londra.

Il caso-Conte

In questo modo, il Chelsea avrebbe il suo nuovo allenatore spendendo meno di quanto era previsto dalla clausola rescissoria di Sarri. Ma c’è anche la seconda parte del tweet: in pratica, il club di Abramovich starebbe preparandosi per una battaglia legale contro Antonio Conte. Che, come da testo di Chelsea FC Forever, sarebbe stato accusato di aver avuto contatti con altri club pur essendo sotto contratto. Una motivazione che porterebbe il Chelsea a non pagare la buonuscita (si parla di 8-10 milioni di euro) al manager salentino. 

Insomma, una doppia strategia ad hoc che permetterebbe ai Blues di risolvere entrambi i problemi che gravano sulla panchina di Stamford Bridge. Il Napoli incasserebbe una cifra inferiore, ma in ogni caso risparmierebbe un po’ di soldini, e affermerebbe la sua forza contrattuale. Tutti felici o comunque abbastanza soddisfatti, se finisse in questo modo. Tranne Antonio Conte, ovviamente.

ilnapolista © riproduzione riservata