Chalobah racconta Sarri: «Uno dei migliori dal punto di vista tattico»

L’ex centrocampista del Napoli Nathaniel Chalobah intervistato da un podcast inglese: «Sarri è estremamente chiaro nelle sue richieste ai calciatori».

Chalobah racconta Sarri: «Uno dei migliori dal punto di vista tattico»

Un anno di lavoro

Nathaniel Chalobah è stato al Napoli nella stagione 2015/2016. Poche soddisfazioni in campo, poche presenze, ma di certo un’apprtenenza “importante” al gruppo di quella annata, la prima di Maurizio Sarri sulla panchina azzurra. Ora che il tecnico toscano è considerato uno dei candidati principali per la successione di Antonio Conte al Chelsea, i media inglesi hanno pensato di rivolgersi a lui per una presentazione di Sarri. Il podcast “The Totally Italian Football Show” l’ha intervistato, e il ritratto che è venuto fuori conferma il buon rapporto con i calciatori, basato essenzialmente sul lavoro in campo: «Tatticamente, Sarri è il miglior allenatore con cui abbia mai lavorato».

Chalobah racconta i dettagli: «È un professionista estremamente coinvolto nel suo lavoro. Si concentra molto sulla preparazione situazionale della squadra, ogni giorno in allenamento sistemavamo alcuni dettagli in vista della partita successiva. Nel frattempo, sviluppavamo anche il nostro gioco, secondo principi chiari e riconoscibili».

La gestione della rosa e il rapporto con i suoi uomini: «In Italia ci sono 12 calciatori in pancina, non è facile rendere tutti felici. Durante gli allenamenti, ha spesso perso la pazienza con me perché mi spiegava alcune cose e io non riuscivo a recepire. Però è sempre stato chiaro, ha cercato sempre di spiegarmi come voleva che interpretassi il gioco».

Un aneddoto divertente sui calci piazzati: «Quando sono arrivato, mi ha dato un foglio di carta con le istruzioni sui calci piazzati. C’erano dieci schemi diversi, che io avrei dovuto imparare. A quel punto mi sono perso, ma questo racconta la sua attenzione a ogni dettaglio. Per quanto mi riguarda, mi sono trovato a studiare le posizioni su rimessa laterale per la prima volta nella vita».

ilnapolista © riproduzione riservata