A Bola: Rui Patricio, De Laurentiis offre due milioni di euro all’anno (ma non c’è accordo con lo Sporting)

Il club di Lisbona vorrebbe almeno 30 milioni, il Napoli vorrebbe chiudere subito a 20. Inoltre, ci sono rapporti non proprio idilliaci (eufemismo) con Jorge Mendes.

A Bola: Rui Patricio, De Laurentiis offre due milioni di euro all’anno (ma non c’è accordo con lo Sporting)

La trattativa

Scorre su due piani differenti l’operazione Napoli-Rui Patricio. Il portiere dello Sporting Lisbona, obiettivo numero uno per il dopo-Reina, è al centro di una serie di speculazioni sul suo futuro in maglia azzurra. Gli ultimi aggiornamenti arrivano dal quotidiano portoghese A Bola, che sul suo sito online racconta della trattativa avanzata con De Laurentiis. Nel testo, anche le cifre del nuovo contratto offerto dal patron partenopeo: quattro milioni lordi a stagione, circa due netti in caso di passaggio al Napoli, un’eventualità che Rui Patricio saluterebbe con gioia. Perché si trasferirebbe in un campionato più competitivo; e perché questo stipendio sarebbe doppio rispetto al suo attuale compenso allo Sporting.

Insomma, Rui Patricio è entusiasta della possibilità di passare al Napoli, ma il secondo incrocio di volontà è ben lungi dal considerarsi concluso. Perché lo Sporting chiede il versamento dell’intera clausola rescissoria (45 milioni di euro), una cifra che De Laurentiis non verserà mai. Magari è disposto a scendere a 35 e forse pure a 30, magari con qualche bonus legato al rendimento. Anche questa cifra viene ritenuta alta dalla dirigenza del Napoli, che vorrebbe investire 20 milioni di euro e chiudere l’accordo prima del Mondiale di Russia. Questo è un altro punto di disaccordo, perché ovviamente Rui Patricio potrebbe aumentare di molto il suo valore vestendo di nuovo la maglia numero uno del Portogallo.

Jorge Mendes

Come spiegato anche ieri, c’è poi una terza chiave di lettura dell’affare. È quella riferita a Jorge Mendes, che opera come mediatore per conto del Napoli. A Bola racconta come questa sua presenza possa in qualche modo ostacolare la trattativa, dati i pessimi rapporti tra Bruno de Carvalho, presidente dello Sporting, e il superagente. Inoltre, ci sarebbe anche un contenzioso legato al contratto di Rui Patricio. Secondo Mendes, il cartellino del portiere appartiene ancora per il 15,5% alla Gestifute, la sua società di procura calcistica. Per la dirigenza biancoverde, invece, si tratta di un accordo estinto in occasione dell’ultimo rinnovo di Rui Patricio, a marzo 2016.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Marco Rocchi 8 maggio 2018, 20:51

    Aspettiamo fiduciosi la “porta in faccia” del manager del portoghese entro qualche settimana.
    Non che come profilo mi facesse impazzire: non sembra all’altezza di Szczesny, Handanovic (tranne quando gioca contro la Juve) o Allison. O Leno, comunque più giovane e con margini di crescita.
    Ma l’anno prossimo, con colpo di scena, il portiere sarà Sepe, guarda come te lo dico…

Comments are closed.