Sarri: «Con la Juve non cambieremo la nostra filosofia di gioco»

Maurizio Sarri al termine di Napoli-Udinese. A Torino Milik o Mertens? Deciderò dopo l’allenamento di domenica.
Vincere a Torino è difficile come lo è contro il City a Londra, il Psg a Parigi e il Real a Madrid

Sarri: «Con la Juve non cambieremo la nostra filosofia di gioco»

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ai microfoni di Mediaset Sport:

Una festa che non smette. Il campionato è riaperto?

«A noi interessava vincere questa partita. Abbiamo approcciato benissimo, poi abbiamo avuto 10 minuti di vuoto. All’inizio del secondo tempo di nuovo un vuoto. Poi abbiamo fatto un finale di livello straordinario. Sono dispiaciuto perché abbiamo concesso troppo, ma sono contento perché ho visto la squadra giocare come sa»

Andrete e Torino per dimostrare che siete una squadra con gli attributi?

«La nostra è una squadra che per filosofia cerca di fare il suo gioco sempre e comunque e cercheremo di farlo anche lì. E’ palesemente difficile giocare contro la Juve che è forse la squadra più completa d’Europa nella sua totalità. Però non cambieremo filosofia»

Che differenze di gioco ci sono tra Milik e Mertens?

«Noi come sviluppi andiamo sugli stessi principi. Poi chiaramente con Milik si cerca molto di più la palla dentro perché sulle palle veloci Milik è pericolosissimo. Invece si cerca ad andare sull’uno-due con Mertens. Ma tecnicamente sono due giocatori di alto livello»

Più fiducioso per quello che hai visto di positivo o preoccupato per le mancanze?

«Noi solitamente nei momenti di passività difensiva li abbiamo raramente meglio se è successo stasera. Ultimamente abbiamo avuto grande solidità difensiva. Spero sia stato occasionale. La squadra sa benissimo che nella prossima partita tutto è fondamentale»

Quanto è difficile andare a vincere?

«Penso che ci sono 5 partite da fare e limitare tutto allo scontro diretto è riduttivo. E’ difficile come andare  a giocare a Torino come lo è contro il City a Manchester, il Psg a Parigi e il Real a Madrid»

A Torino Milik o Mertens?

«Solo dopo l’allenamento di domenica mattina potrò rispondere. Valutare ora come starà milik è difficile, è la prima volta che gioca così da 7 mesi»

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata