Orsato ha marchiato una brutta serata per il calcio italiano

Nel ventennale del fallo di Iuliano su Ronaldo, un altro arbitraggio rischia di condizionare pesantemente il campionato

Orsato ha marchiato una brutta serata per il calcio italiano

È apparso poco lucido

È stata una brutta serata per il calcio italiano. Ovviamente non ci riferiamo alla vittoria della Juventus che negli ultimi cinque minuti ha rimontato due gol e ha battuto l’Inter 3-2. È stata una brutta serata perché è stato un brusco e triste ritorno al passato dal punto di vista arbitrale. La direzione di gara di Orsato è stata decisiva per le sorti dell’incontro. E ha lasciato parecchi dubbi, soprattutto per la mancata espulsione di Pjanic per un’entrataccia su Rafinha. Definita clamorosa da Adani a Sky.

Ma per tutta la partita si è avuta l’impressione che il direttore di gara non avesse il controllo del match. Ha dispensato cartellini gialli con una certa leggerezza, ha poi espulso Vecino per un fallo a nostro avviso grave (oltre che stupido) e lo ha fatto violando nel metodo il protocollo Var. Nella ripresa, poi, ha però incredibilmente sorvolato su entrata da kung-fu di Pjanic su Rafinha, entrata che avrebbe meritato almeno il secondo giallo.

La Juventus si è affievolita, poi il finale

Della partita si può dire di tutto. La Juventus l’ha giocata in undici contro dieci per circa settanta minuti. Eppure sullo 0-1 si è via via affievolita fino a sembrare minuscola di fronte ai nerazzurri. È una squadra che sembra in crisi d’identità. Nella ripresa, l’Inter è stata padrona del campo, non sembrava affatto avere un uomo in meno. Ha pareggiato con Icardi e si è portata in vantaggio grazie a un’autorete di Barzagli.

L’incontro sembrava terminato. Le sostituzioni di Allegri, che ha fatto entrare Dybala, Bernardeschi e poi Bentancur, sembravano dettate più dalla disperazione che da un filo logico. Poi, l’incredibile finale con due gol in due minuti. Prima Cuadrado complice una deviazione nerazzurra e poi Higuain che solo soletto davanti a Handanovic di testa l’ha appoggiata in rete.

In mezzo, però, quella mancata espulsione e altre decisioni apparse inspiegabili (sia contro l’Inter sia contro la Juve). È un peccato perché Orsato fino a oggi è stato un arbitro quasi sempre all’altezza. È un peccato perché rovina un campionato che è stato ed è ancora bellissimo e avvincente. Nel ventennale del fallo di Iuliano su Ronaldo, una serata del genere proprio non ci voleva. L’arbitro è stato il protagonista indiscusso di Inter-Juventus e quando accade non è mai un bene.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Giovanni Pantolese 29 aprile 2018, 16:36

    1) Ieri sera non c’è stato nessun brusco e triste ritorno al passato dal punto di vista arbitrale per il semplice fatto che ormai sono sette anni che la intera categoria arbitrale italiana nel suo complesso ( tranne rarissime eccezioni) sta facendo di tutto per far vincere sempre la solita Juve. A meno che non ci si riferisca al periodo post Calciopoli quando per qualche anno il calcio italiano è stato dejuventinizzato.
    2) non è vero che il direttore di gare non ha avuto il controllo del match, lo ha avuto eccome!, tanto che lo ha indirizzato a favore della Juve. Che lo abbia fatto per il solito metus reverentialis (ovvero la cd sudditanza psicologica) verso la Juve di gran parte degli arbitri italiani o perchè si aspettasse in cambio qualche cosa per la sua carriera, questo non lo so.
    3) La Juve è in crisi di identità perchè non ha un gioco, per sua fortuna nel momento di difficoltà interviene il fattore arbitrale che, per una ragione o per l’altra la aiuta a superare la difficoltà.
    4) Orsato si sarà adeguato al comportamento tenuto dalla maggior parte dei suoi colleghi.

    In ogni conclusione la partita di ieri sera è stata un classico dei classici e mi sta facendo riflettere sul continuare a seguire o meno il campionato di serie A,.Infatti che gusto c’è nel seguire un torneo ‘truccato dove qualsiasi cosa faccia la tua squadra ( grandi investimenti al calcio mercato, grandi partite, grande gioco) il massimo a cui puoi ambire è il secondo posto per ragioni che esulano dal calcio giocato?

  2. Stefano Valanzuolo 29 aprile 2018, 16:18

    Anche per me non si è trattato di poca lucidità. Sapeva bene come avrebbe dovuto muoversi. Prendiamo la gestione delle ammonizioni, che per la giuventus sono come dei salvacondotto: “…ora ti ammonisco così, da questo momento, puoi fare quello che ti pare. Tanto non posso mica cacciarti fuori”. Poggiando su questa certezza, l’allenatorebianco e nero si è ben guardato dal fare uscire il bosniaco psicopatico, tanto non gli poteva succedere niente. Poggiando su questa certezza, loro non hanno problema mai a fare giocare i diffidati, perché l’arbitro medio italiano, pur di fronte a violenze da codice penale, non potrà mai ammonirli. Si aggiunga, nell’occasione ultima, la disparità di giudizio Vecino – Barzagli (un ex giocatore), un paio di falli ignorati sulle fasce (uno su Cancelo da far allibire), il tentativo di convalidare un gol che sembrava uno scherzo, l’utilizzo del/la VAR ad personam. No, appunto, l’arbitro di ieri era lucidissimo. E sa bene, come tanti, che alla Juventus, dopo sei anni e per motivi “di facciata”, nessuno potrebbe negare il primo titolo dell’era VAR. Quello che servirebbe ad avallare gli altri. Ci siamo andati sotto noi solo perché siamo i più forti, ma poteva accadere a chiunque. Dispiace, perché così veramente non vale.

  3. Ciro Polpetta 29 aprile 2018, 15:51

    Gli “errori” gravi sono tre. Le mancate ammonizioni a pjanic (arbitro). Il gol della j*ve a fine primo tempo annullato solo col Var (guardalinee). Espulsione di Vecino. Qui l’errore è di arbitro e quarto uomo.Rizzoli ha sempre sostenuto che il var è un supporto per l’arbitro. E interviene quando capiscono che l’arbitro ha deciso su una cosa vista male. Tipo: tu affermi di aver visto toccare prima la palla, invece ha toccato prima il piede: quindi vai a rivedere in tv. Se invece l’arbitro ha visto e giudicato (con cartellino giallo) non possono dire: hai visto bene ma giudicato male, vai alla tv e trasforma il giallo in rosso. Qui vedo “l’errore” …

  4. Alfonso De Vito 29 aprile 2018, 15:34

    Il goal di Turone, Iuliano su Ronaldo, il goal di Muntari, l’arbitraggio di Orsato… di che parliamo!?
    Quando la juve si gioca lo scudetto in partite decisive sono peggio della peste bubbonica

  5. Antonio Chiacchio 29 aprile 2018, 15:13

    una sola parola VERGOGNA!

  6. Gira in rete un video che al pareggio di Cuadrado, il quarto uomo Tagliavento si gira verso Allegri e riferisce “nel recupero vinciamo”. E’, su tutta la rete Internet, chiarissimo il labiale ora si spiega pure l’abbraccio e il saluto di Taglaivento verso gli juventini. Scandalo, questo è dichiaratamente juventino e lo si deve fermare assolutamente. Siamo rovinati in Italia in quanto ad arbitri……co…..ve….ma…

  7. questo non è calcio, questo non è sport. ci stanno togliendo un sogno ma soprattutto ci stanno togliendo il piacere di essere appassionati di uno sport. per fortuna siamo nati a napoli ma sfortunatamente napoli è in italia ed in italia il campionato è fasullo. AUSPICO UNA CLASS ACTION PER CHIEDERE I DANNI AD AIA E FIGC

  8. Giacomo Molea 29 aprile 2018, 13:44

    Andiamo a fare sti 96 punti che loro ne faranno 97 e anno prox andiamo a fare 100 che loro 101, continuiamo a farci prendere x i fondelli

  9. La cosa più squallida è stato l’aiuto preventivo. Non ha neanche aspettato l’eventualità che la juve andasse in difficoltà per aiutarla, ha subito messo le cose in chiaro.
    Alla luce di questo trovo ancora più ridicolo “l’incitamento” di quei quattro bifolchi a Vinovo… davvero non si aspettavano questa sensibilità nelle ultime giornate?

  10. Andrea Alessandro Rondanini 29 aprile 2018, 11:51

    Gentile redazione,
    ho un quesito che mi assilla da ieri sera e che vorrei sottoporre ai vostri esperti di economia e finanza: la squadra ospite, per sostenere le spese di trasferta a S.Siro, quanto avrà sbORSATO?

  11. Ernesto Cirillo 29 aprile 2018, 11:23

    Non dimentichiamo Udinese Napoli con due rigori e cartellino giallo (mentre X la Juve con il Toro solo rigore e niente giallo che avrebbe portato all’espulsione del giocatore della Juve) e poi espulsione di Higuain per non aver fatto nulla! Verdi non viene a gennaio, così Politano, la Juve controllo oltre 150 giocatori tra A, B e C…

  12. errori..continuano a chiamarli errori..ma sempre e solo a favore di una parte? terroni si ma fessi no!

  13. Mea culpa: adl poteva prendere anche messi c ronaldo non avrebbe vinto lo stesso punto passo e chiudo

  14. Vincenzo D'Agostino 29 aprile 2018, 9:48

    Premessa : non ho visto la partita in diretta, ma solo i primi dieci minuti.
    Ho saputo poi il risultato, letto la cronaca e poi in nottata, x farmi del male, ho visto la partita.

    Veniamo ad Orsato (che io ho sempre considerato il migliore e il più onesto).
    Lui ha un metro di valutazione all’inglese, lascia giocare. Ma ieri sera è stato contraddittorio.
    Severo con Vecino……meno severo con Pianic. Metri di valutazione diversi.
    Chiariamo.
    L’espulsione di Vecino c’è (decisione anomala, perche è il var che lo chiama,ma vecino è stupido).
    C’è espulsione x Pianic.
    Concordo con Dino Ricciar anche se, ripeto, il metro di orsato è questo : lascia giocare.

    Ma veniamo alla partita.
    La partita, seria è durata 15 minuti.
    Ripeto, un diretta ne ho visti i primi 10.

    E in quei dieci minuti l’inter è stata ridicola/pietosa!
    La juve poteva fare due gol. Poi ho spento.
    Saputo del gol ho chiamato un amico domandandogli secco : la Juve ha segnato sulla dx dell’Inter, giusto? E lui, confermando, mi ha detto : se non hai visto come fai a saperlo? Risposta : Sulla dx dell’inter c’è Cancelo che era in difficoltà con Mandu e con chiunque passasse di la.
    Si capiva la difficoltà e inoltre tutti sanno che la juve spinge fortissimo i primi 15min.
    E Spalletti, il mago Spalletti, non ha fatto nulla.

    Nel rivedere poi la partita le sue sostituzioni sono state assurde.
    A cinque minuti dalla fine rivoluzioni l’assetto difensivo? Non stai bene. Non stai veramente bene.
    Vuoi rivedere l’assetto perché Icardi e Perisic sono stanchi?
    Benissimo. Ma non cambi mai e poi mai le fascefa.
    In panchina hai Ranocchia, Valerio e Eder. Passa ad un 5/3/1 (togli un saltatore, Icardi, senza metterne un altro, Ranocchia?)
    Fai
    Cancelo Miranda Skriniar Ranocchia D’Ambrosio
    Candreva Brozovic Valerio
    Eder

    Eder, tra parentesi, che è uno bravo a tener palla.

    Insomma : SPALLETTI DA ESONERO IMMEDIATO.
    Fossi io un dirigente l’avrei cacciato nell’intervallo.

    P.S.
    Handanovic pessimo.
    Secondo me il solito Handanovic almeno uno lo para
    Il terzo gol il cross è nella sua,area……basta che salta e succede qualcosa.

    Insomma un pessimo arbitro ma anche tre/quattro uomini dell’inter, compreso l’allenatore in pessima serata.

    Ho incontrato alle 18.30 un mio amico stratifoso dell’inter x strada.
    Mi ha chiesto se avessi visto la partita.
    Ho risposto di no e gli avevo detto, un po x scaramanzia un po no perché nell’inter non avevo fiducia, anche il risultato :1/3; ho sbagliato di un gol

    Purtroppo è andata come pensavo.

    E mo dobbiamo sperare nella sportività della Roma, ahah, o in un passo fasso della Roma a Cagliari, Cagliari/Roma che si giocherà domenica prossima in posticipo con Lopez, allenatore Cagliari, caro amico di allegri ed è noto come ci vogliono bene a Cagliari

    Abbi fede.

  15. Stefano Valanzuolo 29 aprile 2018, 9:14

    Anche per me non si è trattato di poca lucidità. Sapeva già come avrebbe dovuto muoversi. Prendiamo la gestione delle ammonizioni, che per la juventus sono come dei salvacondotto: ora ti ammonisco così, da questo momento, puoi fare quello che ca**o ti pare. Tanto non posso cacciarti fuori. Su questa base, l’allenatore si è ben guardato dal togliere il nano psicopatico ex Roma, tanto non gli sarebbe successo niente. Su questa base, loro no hanno nessun problema mai a fare giocare i diffidati, perché nessuno mi leva dalla testa che l’arbitro medio italiano, pur di fronte a violenze da codice penale, potrà mai ammonirlo. Aggiungiamo a questo, nell’occasione, la disparità di giudizio Vecino – Barzagli (giocatore cotto e patetico), un paio di falli ignorati sulle fasce (uno su Cancello da allibire), il tentativo di convalidare un gol che sembrava uno scherzo, l’utilizzo del/la VAR ad personam. No, amici cari, Orsato era lucidissimo. E sa, come tanti, che alla Juventus, dopo sei anni e per mille motivi di facciata, nessuno potrebbe negare il primo titolo dell’era VAR. Serve ad avallare gli altri. Ci siamo andati sotto noi solo perché siamo i più forti, ma poteva accadere a chiunque. Dispiace, perché così non vale e perché così va in paradiso una banda di cialtroni arroganti, impuniti e conclamatamente loschi.

  16. Oscar Rafone 29 aprile 2018, 8:12

    Insisto sul fatto che Orsato non ha commesso errori. Orsato ha fatto esattamente quello che voleva fare. Così alla prima occasione tira fuori il cartellino rosso per il giocatore dell’Inter. Se questo fosse stato un errore (o un metro di valutazione), Orsato avrebbe espulso anche Barzagli per l’entrata su Icardi. Invece valuta per il giallo. Anche in questo caso non è un errore dal punto di vista tecnico, il giallo ci può stare se avesse estratto lo stesso cartellino anche per Vecino, non esiste al mondo invece se sei stato così severo con Vecino. Su Pjanic è stato consacrato il fatto che avrebbe ammonito anche la panchina della Juventus se necessario, ma non ne avrebbe mai espulso uno. Quindi per favore non parliamo di errori, ha ragione Allegri, Orsato ha arbitrato bene e ha fatto quello che gli è stato chiesto di fare in modo impeccabile.

    • Fabio Milone 29 aprile 2018, 9:36

      Dai, un errore lo ha commesso: ha espulso Allegri… 🙂

    • Era lucido, sapeva quello che faceva tutto indirizzato scientificamente. Da quel gol in netto fuorigioco che aveva dato per chiudere la partita e la non espulsione di Pijanic da qui tutto indirizzato. Questa carta da c… d’arbitro avrà avuto i suoi buoni motivi. Con un altro arbitro, sarebbe successa la stessa cosa quando tutto è indirizzato a mestiere.

    • Diego della Vega 29 aprile 2018, 13:11

      Concordo in pieno

    • scusa ma oggi l’ironia proprio non la reggo. colpa mia.

  17. Fabio Milone 29 aprile 2018, 8:11

    A me invece e’ apparso lucidissimo, scientifico, quasi beffardo ed arrogante.
    Tanto noi il campionato vero, onesto e del gioco del calcio lo abbiamo gia’ vinto.
    Non ci resta che costringerli a sudarsela (o rubare) fino a 97 punti per arraffarsi lo scudetto.

    • Ovverosia, Orsato non sbaglia per caso. Giusto.

    • giancarlo percuoco 29 aprile 2018, 17:14

      se non ci fosse stato il var, avrebbe convalidato un gol con il marcatore in fuorigioco di tre metri.

  18. vergogna.

  19. Scudetto andato, purtroppo.
    I punti scudetto non ci verranno mai dagli altri. Ricordiamolo. Nessuno ci fa regali.

  20. Alfonso De Vito 29 aprile 2018, 1:39

    Uno schifo la mancata espulsione di Pjanic. Poi nel finale purtroppo Spalletti non ci ha capito niente. Prima non cambia nulla fino al 40esimo con la squadra sempre più affaticata ma che regge alla grande in difesa. Poi al 42esimo sostituisce Icardi perchè Perisic si rifiuta (…) e fa una rivoluzione in difesa a quattro minuti dalla fine: mette dentro quella pippa di Santon, sposta D’Ambrosio a destra e Cancelo a centrocampo. Santon lo ripaga perdendosi i due uomini decisivi in due minuti… Infine spreca tre dei cinque minuti di recupero prima di inserire un attaccante, scordandosi Eder in panchina. Menzione speciale per Handanovic che letteralmente si scansa dalla traiettoria sull’autogoal

    • Il grande “filosofo” del calcio, l’innovativo “scienziato” Spalletti. Handanovic altro dormiente su alcuni dei gol. Un Campionato come gli altri ampiamente falsato per qualcuno che abbia interessi in questo modo arrubbando.

    • Francesco Sisto 29 aprile 2018, 17:02

      Handanovic ieri è stato incredibile, anche il 3zo goal, con palla alta a 2 metri dalla porta, si guarda Higuain che indisturbato la mette dentro.

Comments are closed.