Inter-Juventus 2-3, rimonta negli ultimi cinque minuti. Orsato decisivo

Serata incredibile a San Siro, la Juventus ribalta la partita negli ultimi minuti dopo aver sofferto (in dieci contro undici) contro la squadra di Spalletti.

Inter-Juventus 2-3, rimonta negli ultimi cinque minuti. Orsato decisivo

Inter-Juventus 2-3, gol di Douglas Costa nel primo tempo. Pareggio di Icardi e autogol di Barzagli nella ripresa, poi però l’Inter cede nel finale. Skriniar tocca in porta un cross di Cuadrado, Higuain di testa su calcio di punizione di Dybala. Allegri sale a +4 in attesa di Fiorentina-Napoli. Fa discutere e farà discutere l’arbitraggio di Orsato.

Primo tempo

Quarantacinque minuti, anzi cinquantatré, di grande confusione. La Juventus inizia benissimo, tiene l’Inter nella sua metà campo, crea un paio di occasioni potenziali e trova il vantaggio. La rete è di Douglas Costa, diagonale di sinistro che batte Handanovic. Check Var per un fuorigioco che non c’è, sul passaggio da destra il brasiliano è in posizione regolare e Matuidi non tocca. Il vantaggio sembra indirizzare la partita, anche di più, perché dopo pochi secondi Vecino viene espulso. Altro check Var, Orsato prima ammonisce il centrocampista uruguagio poi cambia la decisione dopo l’On Field Review. L’intervento dell’ex Fiorentina è imprudente ma non cattivo, il rosso sembra eccessivo.

Dopo l’espulsione, la partita sembra scorrere in maniera tranquilla, in gestione assoluta da parte della Juventus. La squadra di Allegri gioca sul suo spartito, tiene bene il campo ed esce sorniona dal primo tempo. La ripresa sarà scoppiettante.

La ripresa

Succede di tutto, e di più. L’Inter inizia benissimo, tiene la Juventus bassa, la squadra di Allegri non riparte e viene schiacciata da una prestazione commovente della squadra di Spalletti. Che pareggia con Icardi, meritatamente, su calcio di punizione dalla destra. Grande spizzata del centravanti argentino, che anticipa tutti e fulmina Buffon con una traiettoria diagonale.

L’Inter non si accontenta, anzi alza il ritmo e trova il vantaggio con un autogol di Barzagli. Grande giocata di Perisic sulla sinistra, Cuadrado non viene superato e non lo butta giù per evitare il secondo giallo. Palla che viaggia a centro area e trova lo stinco di Barzagli. Palla in rete, la serata cambia ancora volto. Non sarà l’ultima volta.

La squadra di Spalletti tiene, non soffre il gioco lento della Juventus, i cambi sono necessari perché Rafinha e Icardi non si tengono più in piedi. Entrano Borja Valero e Santon, la Juventus accelera e trova un’incredibile vittoria. Cuadrado crossa dalla destra, pallone deviato da Skriniar che sorprende Handanovic. Pochi secondi dopo, punizione dalla sinistra e Higuain deposita in porta a pochi metri dalla linea bianca. L’attaccante argentino è praticamente da solo in mezzo a Miranda e Santon, e mette dentro il 3-2. La Juventus va a +4, in attesa del Napoli. Partita intensissima, si discuterà a lungo del rosso a Vecino, francamente eccessivo. Manca la seconda ammonizione a Pjanic nel secondo tempo. Domani tocca al Napoli.

ilnapolista © riproduzione riservata