Fiorentina-Napoli 3-0, pagelle / Incubo diurno. Peggio di Orsato ci sono solo i cori razzisti dei viola

Reina, Insigne e Allan gli unici sopra la sufficienza. Callejon, Mertens e Hamsik i peggiori

Fiorentina-Napoli 3-0, pagelle / Incubo diurno. Peggio di Orsato ci sono solo i cori razzisti dei viola

REINA. Nell’infida terra di Fiorenza muore la speranza e Pepe è l’unico a prendersi la sufficienza insieme con il superbo Allan. Orsato ha certamente falsato il campionato ma il Napoli che scende in campo alle sei della sera è un incubo diurno e tocca a Reina evitare un risultato peggiore e ancora più vergognoso del tre a zero finale – 6

Subito in partita su punizione e anche su respinta. Impreciso nei rilanci di piede, o forse finora ci ha abituati troppo bene. Trapanato dal secondo gol in modo disarmante. Il terzo non conta – 6  

La rovina in difesa

HYSAJ. Oggi nove azzurri su undici sono spenti, indi otto su dieci – forse per effetto della micidiale combinazione psico-calcistica tra la rimonta bianconera e il rosso a KK – e Hysaj è talmente inutile che Sarri avrebbe potuto sostituire lui, abbassando l’imbarazzante Callejon a terzino, al posto di Jorginho – 4,5

Forse la sua peggiore partita negli ultimi mesi. Disattenzione, imprecisione, imbarazzo – 4,5  

Come Sansone senza capelli

ALBIOL. Spento e dannoso. Assiste svogliato al pasticcio di Koulibaly su Simeone e coi minuti si smarrisce sempre di più. Irriconoscibile – 4,5

Come Sansone senza capelli, perde la sua lucidità e la potenza privato del compagno di reparto – 4,5  

22 aprile 2018

KOULIBALY. Da eroe a capro espiatorio ma fino a un certo punto. Ché ieri sera i nerazzurri in dieci hanno ribaltato una partita contro la Juve. La corsa goffa e lenta su Simeone è una somma di cazzate indicibili e purtroppo irreparabili – 3,5

Amerò Kalidou perché il 22 aprile 2018 segnò un gol di testa al 90’ nello Juventus Stadium dopo che i tifosi bianconeri lo avevano deriso per il colore della sua pelle – sv  

MARIO RUI. Ha il merito, per usare un eufemismo cara Ilaria, di fare l’unico tiro in porta che impegna Sportiello, direttamente da angolo. E abbiamo detto tutto. Ma sulla sua fascia i viola dilagano senza pietà – 4,5

Del tutto irriconoscibile – 4,5

Allan vale dieci

ALLAN. Diciamolo come gli ultrà: avremmo voluto in campo dieci Allan. Invece ce n’era uno solo e ci ha commosso fino alle lacrime. Lacrime di tristezza, di rabbia, di rimpianto – 7

Mi sono commossa anche io. Ma senza rimpianti: il campionato del Napoli fin qua è stato straordinario e lo resterà per sempre. La rabbia però è moltissima – 8  

Il Napoli non gira

JORGINHO. La decisione di sostituire Jorginho appartiene alla sfera metafisica e ottusa del sarrismo. Anche perché senza di lui le palle perse aumentano in maniera esponenziale – senza voto

Il Napoli non gira neppure per un secondo e se non gira è perché, dopo Orsato, serviva forse soltanto qualcuno che ne curasse la regia. Quel qualcuno è uscito dopo 8 minuti di gioco – sv

TONELLI. Il primo gol di Simeone nasce quasi per caso e lui resta dormiente, uno capitato lì per caso – 4,5

Non mette nemmeno un piede sul tiro di Simeone, come se aspettasse un intervento salvifico di Reina che però non poteva avvenire (e nemmeno doveva, in quel caso) – 4,5

Il Marek dormiente

HAMSIK. Secondo esempio di sostituzione mancata al posto di Jorginho. Saponara gli rifila pure un tunnel, altri gli fanno il sombrero. Emblematico quello che accade al 33’ del primo tempo: Hamsik perde l’ennesima palla e Albiol deve rimediare duramente, beccandosi un cartellino giallo. Il Capitano, lo diciamo con la morte nel cuore, dovrebbe essere una riservissima. E non da ora – 4

La fotografia della partita di Hamsik sta tutta nel 31’, quando il capitano si addormenta letteralmente con la palla tra i piedi, con il risultato che la perde – 4

ZIELINSKI dal 12’ del secondo tempo. Ci voleva un miracolo nel deserto fiorentino di oggi e Piotr è rimasto un umano impotente – 5

Neppure Piotr è rimasto indenne, dopo Orsato – 5  

Imbarazzo Josè Maria

CALLEJON. Il più assente e imbarazzante di tutti – 4

Inguardabile – 3,5 

MERTENS. Una sola fiammata con un tiraccio debole, da segnalare giusto perché annotata sul taccuino. Nell’Inferno dantesco di Firenze gli tocca un posto d’onore nel girone degli accidiosi – 4

Non avrebbe dovuto scendere nemmeno in campo, per come la vedo io – 4  

MILIK dal 12’ del secondo tempo. Idem come Zielinski – 5

Almeno entra più convinto di Mertens, anche se il risultato non cambia – 5  

Il liscio di Lorenzo

INSIGNE. Poteva dare un po’ di luce in questa notte scesa all’improvviso e imprevista ma non indovina mai una giocata vincente – 5

Al 30’ liscia clamorosamente una palla perfetta, forse la più pericolosa, di certo quella che avrebbe raddrizzato la partita. È suo l’assist pericoloso per Mertens nel secondo tempo, a cui arriva con uno splendido controllo. Il migliore in campo insieme ad Allan, anche se non al suo livello – 6  

Il nostro campionato è vinto

SARRI. Tre considerazioni Ilaria. La prima, di carattere generale come scrive il direttore Gallo: questa squadra va solo applaudita per un secondo posto, a meno di altri clamorosi flop bianconeri, che ricorderemo a lungo. Epperò ci sono due obiezioni che avanziamo umilmente. Dopo la testa matura e d’acciaio di domenica scorsa a Torino, non solo quella di KK, il Napoli evapora nel cervello e nelle gambe senza alcuna via di mezzo: com’è possibile? Basta la spiegazione del combinato disposto tra Orsato e rosso a Koulibaly, senza dimenticare che l’Inter in dieci è stata eroica? Eppoi: chi di titolarissimi colpisce di titolarissimi perisce: in dieci la stanchezza e il pessimo momento di alcuni azzurri (Hamsik, Callejon, Mertens) sono stati un fardello insopportabile. Senza dimenticare la cappellata di sostituire Jorginho – 5

Giudichiamo la prestazione ed ecco allora spiegati i voti che ho dato stasera. Ma se dovessimo guardare oltre, valutare tutto il resto, Fabrizio, non ci sarebbe nemmeno un’insufficienza. Come si può valutare, infatti, l’appannamento dovuto all’ingiustizia, alle follie arbitrali, a tutto ciò che distrugge questo sport bellissimo che si chiama calcio che in Italia perde tutto il suo fascino? Il campionato non è finito, Fabrizio, anche se rimontare risulta difficilissimo, a questo punto. Ma stasera solo dei robot avrebbero potuto giocare lucidamente.

Rabbia? Moltissima. Perché hanno lasciato che Orsato spezzasse loro le gambe e perché qualsiasi squadra dovrebbe avere la possibilità di vincere uno scudetto in modo pulito, unicamente celebrando il calcio, la sportività e la correttezza. Questo, purtroppo, nel campionato italiano, non è dato. Il problema è che se non ci si fa sentire in modo forte – e parlo di De Laurentiis, per esempio, e degli altri allenatori – difficilmente cambieranno le cose. Ma Dio è grande e il Karma pure. Almeno finché la matematica non dirà che non c’è più nulla da fare, caro Fabrizio, continuerò a sperare. Domenica c’è solo da andare allo stadio e cantare dal primo minuto all’ultimo, e pure festeggiare.

Io festeggerei anche il 20, figurati, comunque vada. Il campionato così non è campionato, non il mio. Per me il campionato è finito domenica scorsa con il gol di Koulibaly allo Stadium. Al 90’, dopo i cori razzisti. Gli stessi che oggi sono stati intonati dai viola a Firenze, gli stessi viola che, per inciso, non hanno vinto niente – 5

ARBITRO MAZZOLENI. Parlare di arbitri dopo Orsato è nauseante. E lui merita un brutto voto a prescindere – 5

Ha applicato il regolamento, tutto qui – 6

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Che pena mi fanno i tifosi fiorentini accontentarsi per una vittoria inutile, con un avverario che era in lotta onestamente , sul loro ipotetico nemico giurato.il tutto condito da cori razzisti e discriminatori.magari prima del Vesuvio ci sarà l Arno a pulire la vostra anima nera.poveracci.

  2. Lo avevamo detto e lo sapevamo il popolo fiorentino è becero popolo razzista e non si tratta di alcuni imbecilli che le madri di questi abbondino sempre a proliferare ma è tutto un fascio d’erba, non si salva nessuno dal bambino al nonno 80.enne li sugli spalti a saltare vesuvio, cani, non siamo napoletani. onore a questo popolo abietto ingnorante ottuso. Ci rivedremo in campo, sperando che non abbiate mai bisogno dei napoletani nel Calcio non si sa mai, come quando i napoletani accorsero dell’alluvione dell’Arno che sommerse Firenze. Voto ai giocatori? 10 per quello che hanno assistito sabato da quell’arbitro telecomandato a Milano, che è gia troppo che sono scesi in campo ad onorare partita e pubblico napoletano accorso li tra i razzisti color marrone nemici juventini si ma pure odio verso Napoli li a Firenze. I napoletani deponevano fiori per Astori, loro si distinguevano per quello che sono, chiaviche coi cori. Sindaco di Firenze insegni prima i tuoi concittadini a vivere e poi parli di Napoli.

  3. Eleuterio Coclite da Miranda 30 aprile 2018, 15:33

    forse il problema non è la panchina corta ma l’incapacità di variare schemi tattici
    Forza Napoli

  4. Dare dei voti in una giornata cosi è ingiusto. 🙁

    10 ad Allan, SV a tutti gli altri.

  5. abbiamo portato i fiori al loro capitano morto. un artista napoletano ha fatto un murale in suo onore. e loro come ricambiano? coi cori sul vesuvio. ma allora forza Arno cento volte!

  6. Massimo Severino 30 aprile 2018, 9:55

    Secondo me Sarri ha sbagliato a togliere Jorginho, doveva togliere il morto. Giochiamo col morto da un anno e non capisco questo amore di Sarri per Hamsik. Togliendo il morto nemmeno ce ne saremmo accorti…

  7. Regolamento o no, un espulsione simile all’ottavo minuto di una partita così importante alla Juventus non capita mai! Mai nella vita! MAI !! Nemmeno se Barzagli abbatte con un fucile il centravanti avversario. E la riprova l’abbiamo avuta l’altro ieri.

    Poi Koulibaly ha fatto una cazzata, su questo non c’è dubbio. Rientra nelle due/tre enormi cazzate che questo giocatore fa a stagione, senza le quali sarebbe a livello di Sergio Ramos. Invece é Koulibaly e noi lo scudetto ce lo sogniamo. Ma ribadisco, un giallo era ampiamente sufficiente, non era così chiara e limpida l’occasione da gol: la palla non era già nelle disponibilità di un Simeone lanciato a rete, ma arrivavano praticamente entrambi sul pallone nello stesso momento. Simeone però anticipa Kouly? certo, infatti punizione (fuori area) e cartellino giallo. Stop.

    Comunque la prestazione di otto undicesimi é stata a dir poco indecente, ma non me la sento di criticare questi ragazzi che ci hanno regalato un campionato splendido (e da record!). Sono esseri umani, dei ragazzi per di più, ed é normale che dopo la batosta di ieri sera e il rosso diretto e insensato a Koulibaly abbiano un po’ mollato. Non dovrebbe accadere, ma ci sta.

    Peccato, mi sarebbe piaciuto comunque star lì fino alla fine sperando in un passo falso della Juve (cosa che non accadrà).

  8. White Shark is still here 30 aprile 2018, 9:44

    Carissimi pagellisti,
    Sul perché sia uscito Jorginho e non un altro a caso, l’ha perfettamente spiegato Sarri in conferenza stampa. Un cambio obbligato. Forse avete dimenticato Jorginho versione Benitez, in un cc a due?
    Ovviamente si è perso palleggio ma a due non era cosa.
    Per il resto, non mi sento di rivangare ancora la storia dei titolarissimi e dei cambi. Finiremo nella posizione che meritiamo (forse chi ci precede ha qualche punto di troppo). Forza Napoli sempre, dovunque e comunque.

    • Togli una punta e ti tieni il centrocampo a tre. Oppure si gioca a tre dietro. Ha cappellato dai.

      • White Shark is still here 30 aprile 2018, 22:12

        A tre dietro? 😱 più o meno equivale a mettere Reina prima punta. Non si può sentire. Finiva 8-0

        • mettiti a tre dietro e squadra pesante avanti, magari la perdevi 4-3 e non 3-0 ma te la sei giocata. Per me una squadra motivata l’impresa la fa. Il problema è che non c’erano e le riserve che potevano averne non sono ben sfruttate quando è il momento.

  9. marco bonfitto 30 aprile 2018, 8:15

    Secondo mio padre si può vincere lo scudetto sulla Juve solo creando un cuscino di 10 punti nella prima parte di campionato.Il fatto è che queste fughe sono impedite sistematicamente dalla classe arbitrale.Non ho rimpianti. Nemmeno per la parata di Dollarumma su Milik.Ci avrebbero apparecchiato comunque un Juve Napoli differente…immaginate come???

    • Ricorda a tuo padre che anche 10 punti sono recuperabili con filotti e record di vittorie consecutive, come stranamente avvenuto qualche campionato fa (due, mi sembra).

      • Si è così, poi esce il Buffon e rimprovera tutti e questo è il messaggio recuperi.

      • marco bonfitto 4 maggio 2018, 7:54

        Vero! Ma il Napoli e la Juve non sono entrambe quelle di due anni fa.

    • concordo: molto probabile che, ad esempio, non ci sarebbe stata l’ammonizione contemporanea dei due juventini e, per il resto, ci sarebbe stata riservata qualche altra decisione “illogica” a nostro danno

      • Il sistema è corrotto e si è visto. Sradicarli tutti da quei posti, bonificare se no il marcio ci sarà sempre.

    • L’aspettavamo l’Orsato a questo punto e lui lo sa benissimo. Purtroppo gli è andata bene sul 2-2, quella palla invece di colpire il palo e va dentro poteva colpire il palo e va fuori e la Juve perde 2-1. Non c’èra higuain che tenga. Quando si dice Cuadrado ten ‘o cu… quadrat.

  10. Fabio Milone 30 aprile 2018, 7:34

    In questa giornata fare pagelle e’ ridicolo.

  11. Però 5 ad Insigne è ingiusto. Lui è un rifinitore, era solo come un cane e ci ha messo del suo fino all’ultimo, ha fatto un paio di recuperi difensivi al posto di Mario Rui da applausi. Lorenzo è uno che la faccia ce la mette sempre, come quando ha segnato un gol da schiaffi al Bernabeu. Lo vorrei in squadra tutti i giorni della settimana incluso weekend. Sempre.

    • antonio lampitella 30 aprile 2018, 9:09

      I voti dati contrastano con le giustificazioni.Mettiamoci daccordo.Puo una prestazione cosi miserevole giustificarsi solo con il 3-2 della juve? Secondo me no e lo dico con la morte nel cuore.Giocatori discreti i nostri certamente ma non campioni.Se lo fossero stati ieri non avremmo giocato cosi da schifo.la verita:hamsik hysay callejon mertens insigne rui da un pezzo giocavano al 30% e non hanno retto fino in fondo.Chi o cosa li doveva aiutare? E’ cosi difficile rislondere? Chi sono le riserve di questi uomini? Ounas maggio milic?il napoli ha dato tutto la juve e’ stata favorita come sempre ma chi non ha fatto tutto quello che poteva?e’ cosi difficile rispondere?

      • Tu hai sicuramente la risposta, beato te. Invidio sempre le certezze altri, l’unica che ho io è che abbiamo fatto una stagione meravigliosa e che finiremo secondi, dietro una squadra tiranna per risultati e dacadav di 15 punti circa a tutti gli altri.

      • Erano Zielinski Rog Diawara Milik Giaccherini Maggio Ounas Tonelli (che può giocare terzino) Chiriches Maksimovic. Abbiate pietà.

      • Sono giocatori da Napoli, hai ragione.

Comments are closed.