Vialli: «Il Napoli dovrà meritare lo scudetto vincendo a Torino, alla Juve hanno la cultura della vittoria»

Gianluca Vialli, ospite negli studi Sky, ha commentato il match tra Napoli e Roma: «Stasera sono cambiate tante cose, è una giornata decisiva per il futuro del campionato».

Vialli: «Il Napoli dovrà meritare lo scudetto vincendo a Torino, alla Juve hanno la cultura della vittoria»

Il commento a Sky

Gianluca Vialli, ospite negli studi Sky, ha commentato il match tra Napoli e Roma: «Stasera sono cambiate tante cose, è una giornata decisiva per il futuro del campionato. Napoli-Roma sembrava una partita di un altro campionato rispetto a Lazio-Juventus. La squadra di Di Francesco ha vinto la partita a centrocampo, poi bravissimi Allisson, Fazio e Dzeko. Adesso gli azzurri devono meritarsi lo scudetto andando a vincere a Torino. La Juve ha virtualmente recuperato la vetta della classifica. Del resto, il risultato è quel che conta e la Juve è la squadra più brava a gestire le pressioni. Inoltre può permettersi di non essere perfetta e vincere comunque le sue partite. Il bel gioco? Da questo dibattito mi chiamo fuori, perché è bello quel che è bello, è bello quel che piace. Può essere bello anche un intervento difensivo».

Vialli e la mentalità della Juventus: «Parliamo di una squadra che si è sempre rialzata, dopo ogni avversità. Ho vissuto quella squadra, quella mentalità, quella cultura fatta di tre cose fondamentali: umiltà, sacrifici e cattiveria agonistica. Sarebbe preoccupante un calo del Napoli dopo aver saputo del gol della Juventus, non credo ci sia questo dietro la sconfitta di stasera».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Francesco Sisto 4 marzo 2018, 13:46

    Lo so che é dura, ma bisogna mantenere la fiducia in questi ragazzi, al momento siamo ancora primi, e sono sicuro che anche la Juve cadrà una volta da qui alla fine ((però, tenene o cul re f…..)

  2. Quest’uomo è l’immagine stessa del male di vivere.
    Non si capisce se nella sua sagoma alberghi più jettatura che malevolenza, più cinismo che odio.
    Dio ne scampi e liberi.

  3. Caro juventino Vialli, non è il Napoli che deve meritarsi lo scudetto è la Juve che non lo merita, per arbitri, per scansamenti, per tantissime cose, come ieri vincere a fortuna sfacciata che il Napoli no ha mai avuto, le vittorie le stravince non le suda a pochi secondi dalla fine dopo rigori negati come la Juventus brutto spot del calcio.

    • Da quando leggo il Napolista, un blog molto interessante, ho l’impressione che tu sia il tifoso – diciamo – meno lucido di tutti quelli che commentano. Una sola domanda: se sei convinto davvero che tutto sia gia’ deciso in alto e il “sistema” non potrebbe mai permettere al Napoli di vincere lo scudetto, perche’ mai segui il calcio? Sei masochista?

      • Ma Galileo Ferraris, non è una Via del Centro di Napoli? che ci fa un “Galileo” a Torino.

  4. È vero anche un intervento difensivo può essere bello(Cannavaro in acrobazia, l’eleganza di Nesta e Thiago Silva ecc.) ma non è il caso di questa Juve.
    Sul lato prettamente estetico,e soprattutto non essendo io tifoso della squadra,quindi non vincolato dalla risultato,preferisco il Napoli.
    Sul resto ha ragione Vialli,la testa è elemento fondamentale per gestire certe pressioni ed alla Juve vengono scartati fior di giocatori che non reggono l’ossessione per la vittoria.

  5. Ma quale cultura della vittoria, vincere con un rigore negato alla Lazio e gol a 10 secondi dalla fine nonostante attacchi della Lazio la chiami cultura della vittoria ex jubentino. La cultura della vittoria come tu la chiami è quella del Napoli che alla Lazio gli ha dato 10 gol tra andata e ritorno. Vedremo se la Juve le vincerà tutte fino alla fine.

  6. il Real ha la cultura della vittoria. il Barcellona. la Juve ha la cultura della disonestà, tant’è vero che nonostante i 33 scudetti in Europa ha vinto poco e niente anche quando il calcio italiano contava

    • Parlare con lo juventino ex mister muscolo Vialli è come lavare la testa all’asino, perdi tempo, acqua e sapone.

    • Contaglieli quei 33 scudetti, vedi quali sono buoni.

    • Felice Valente 4 marzo 2018, 8:33

      Anche al netto di quelli rubati, piu’ dei vostri. Che contano una monetina sul colosso Alemao e Carmando che gli suggerisce di restare a terra. Il bue che dice cornuto all’asino.

      • Ecco è uscito il solito rubentino a cantare la monetina. Quel campionato il Napoli lo ha vinto con 2 punti di vantaggio e si assegnavano 2 punti per la vittoria, la partita finì 0-0 e dopo guarda acso lamentele tolsero la responsabilità oggettiva, rinfrescati al memoria juventino, vai a scuola e impara a contare. Tu sai quanti TURONE, RONALDO e MUNTARI e quanti Mazzoleni di Pechino, son passati dalla vostra parte?. I conti non tornano. Tifa Foggia.

      • Non c’è bisogno di andare così lontano e fare tanti sforzi di memoria.
        Basta l’ultimo aiutino dato agli agnellidi, che risale precisamente a ieri.
        Quell’intervento (sul quale l’arbitro non ha visto nemmeno la VAR, che di fatto è stata abolita dalle anime nere) se fosse stato fatto ai danni di un giocatore strisciato sarebbe stato rigore senza se e senza ma.
        Ma poi, non riesco mai a capire perché i tifosi sabaudi meridionali (che con la loro esistenza confermano in parte le teorie di Lombroso) vengano a discettare qui.

        • Vincenzo Sgandurra 4 marzo 2018, 13:57

          Sei un grande…. mi hai fatto morire citando Lombroso…
          Ahahah
          Cmq ragazzi, compatti fino alla fine. Una sconfitta dopo dieci vittorie ci sta, speriamo che non facciano troppi regali alla juve

      • Stai sereno, non avete MAI rubato nulla. Tutto comprato. Mancano solo le fatture.

      • Breaking news di Felice: la Juve ha vinto più scudetti del Napoli!!! Però non lo diciamo ancora in giro, eh? 🙂

Comments are closed.