Il mio giorno all’improvviso è una sconfitta storica: Napoli-Perugia 0-1, nel 1981

Per me, quel Napoli era composto da undici eroi: Castellini, Ferrario, Bruscolotti, Marangon, Krol, Guidetti, Nicolini, Vinazzani, Musella, Pellegrini, Damiani.

Il mio giorno all’improvviso è una sconfitta storica: Napoli-Perugia 0-1, nel 1981

Una sconfitta storica

Inevitabilmente quando si è bambini l’amore verso la squadra della propria città ti viene tramandata da chi ha il dovere di educarti. Da chi ti circonda nelle mura domestiche. E io per fortuna ero circondato da papà, zii, zie, nonni, tutti tifosi del Napoli. Non c’è mai stato in famiglia nessun “core ‘ngrato…”. Erano altri tempi, poche immagini, poca televisione e molta immaginazione. La domenica rimanevo incantato a vederli tutti con la orecchio incollato ad una radiolina, tra smorfie di dolore di rabbia o di gioia. A seguire l appuntamento tanto atteso per 90esimo minuto. Tutti a sedere e in solenne silenzio per vedere quel gol immaginato poche ore prima. …

Non eravamo una famiglia da stadio tutte le domeniche, ma il mio esordio al San Paolo non fu dei migliori. 1981, Napoli-Perugia 0-1. Che folla. Mai visto tanta gente tutta insieme. Si arrivò a Fuorigrotta molte ore prima. Grande emozione alla vista di quell’immenso prato verde, fino ad allora visto solo alla tv. E la delusione per quella sconfitta è ancora viva in me. Che ricordi: Castellini, Ferrario, Bruscolotti, Marangon, Krol, Guidetti, Nicolini, Vinazzani, Musella, Pellegrini, Damiani. Per me bambino erano undici eroi. Oggi mia figlia Giada, 9 anni, vive in Toscana. Ed è tifosa degli azzurri, molto più di me. La passione è tramandata tramanda da chi ti educa!

 

ilnapolista © riproduzione riservata