Muntari a una giornalista: «Non ti rispondo male perché sei una donna». Per Marca è «Estilo Sarri»

Il quotidiano spagnolo definisce “machista” l’atteggiamento di Muntari e fa subito riferimento al recente caso di Maurizio Sarri.

Muntari a una giornalista: «Non ti rispondo male perché sei una donna». Per Marca è «Estilo Sarri»

In conferenza stampa

Sulley Ali Muntari è un calciatore che è riuscito ad attraversare momenti significativi del calcio italiano. Il suol gol, realizzato e non concesso, valse un pezzo di scudetto alla prima Juventus di Conte. Due anni prima, il contributo al Triplete dell’Inter. Oggi gioca nel Deportivo La Coruna, allenato da Clarence Seedorf.

La vera notizia arriva però da una conferenza stampa. Domanda di una giornalista spagnola, risposta immediata del centrocampista ghanese: «Sei una donna e quindi non ti risponderò male. E così userò parole educate solo per questo motivo». Dove abbiamo già sentito questa frase – parola più, parola meno -?

Ecco la risposta completa: «Non le risponderò male solo perché sei una donna. E quindi le parlo con rispetto, un po’ come se fosse mia moglie. Ma le garantisco che se fosse stato un uomo le avrei risposto a modo mio. So come parlare alle donne. Io ho molto rispetto per bambini, anziani e signore. Per questo non userò brutte parole con lei».

Ovviamente, il caso è montato subito, anche in Spagna. Marca ha utilizzato delle parole laconiche per raccontare il fatto: «Muntari ha utilizzato lo stile Sarri per parlare a una giornalista in conferenza stampa». Ecco, ormai questo modo di porsi (che il quotidiano spagnolo definisce «machista») è diventato “Estilo Sarri”. È l’effetto a macchia d’olio di una comunicazione poco attenta. Ovviamente, crediamo che anche Muntari non sia sessista. Esattamente come Sarri. Il problema sta nell’immediata correlazione del gesto poco opportuno. Non è una cosa di cui essere proprio orgogliosi, non sono le esportazioni calcistico-culturali cui dovremmo aspirare.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Giuseppe Corvino 22 marzo 2018, 16:32

    i giornalisti da quando sono diventati meno bravi sono diventati più ipocriti e benpensanti. Avrebbero dovuto dire: “non rispondo alle provocazioni ed alle domande stupide”.

  2. Cosa e’ che valse il gol di Muntari?
    In quella partita vennero annullati un gol per parte(Matri su fuorigioco inesistente) e nonostante quello di Muntari sia stato un errore gravissimo restano sempre un gol per parte.
    Il Milan ha perso quello scudetto con la Fiorentina del redivivo Amauri e non ricordo con chi altri.E tanto per smontare un altro vostro cavallo di battaglia la Juve gioco’ 4 o 5 partite dopo il Milan che puntualmente si portava a +7 tirando fuori gli attributi(tra Conte e alcuni senatori ve ne erano in quantita’ industriali)

Comments are closed.