La prima grande gioia fu il gol di De Rosa alla Juventus

Avevo otto anni, per non potevano esserci giocatori più forti di Krol, Dirceu, Dal Fiume. Ricordo la corsa al gol del pareggio annunciato da Enrico Ameri

La prima grande gioia fu il gol di De Rosa alla Juventus
Gianni De Rosa

Avevo otto anni

Caro Napolista, prima d’ora non avevo mai pensato al momento in cui è scoccato il colpo di fulmine per il Napoli. Semplicemente perché ho sempre pensato di essere nato tifoso del Napoli. Quindi non racconterò della mia prima volta al San Paolo ma di quel pomeriggio di 34 anni fa, di quel Napoli-Juve in cui De Gianni De Rosa pareggiò il gol di Platini.

Nel gennaio del 1984 avevo 8 anni, frequentavo la terza elementare e divoravo l’almanacco Panini. Ricordo quel pomeriggio. La radio, sintonizzata su “tutto il calcio minuto per minuto”, diffondeva le parole degli inviati dai vari campi: Ameri, Ciotti, Provenzali, Foglianese, Dotto, Luzzi…

Non potevano esserci giocatori più forti dei nostri

Nella mia, anzi nostra, camera ascoltavo la radio con mio fratello, il volume talmente alto che si sentiva in tutta la casa. Noi, insieme a pochi altri, eravamo pochi napoletani in mezzo ad un mare di juventini, interisti e milanisti. Io quella maglia con lo sponsor Latte Berna la sognavo su di me, un giorno, e credevo che non potessero esserci giocatori più forti di Krol, Dirceu, Celestini o Dal Fiume.

Quella domenica provai, forse per la prima volta, la sofferenza del tifoso, il gol di Platini mi diede un assaggio di quello che ti fa provare la ferita ad un amore, una passione così grande ed incondizionata. Ed io, con in mano l’almanacco e l’album delle figurine Panini guardavo le immagini dei miei eroi e li scongiuravo di fare gol.

Ricordo il palo colpito da De Rosa e poi, come se esistesse davvero una giustizia divina, l’intervento di Ameri che annunciava il pareggio!! Ho corso per tutta la casa, urlando, credo per la prima volta, ad un gol del Napoli. Lo farò tante volte, da quel momento in avanti, ma quello voglio considerarlo la dichiarazione d’amore alla mia squadra.
Ierioggi e per sempre Forza Napoli.

Raccontate al Napolista il giorno all’improvviso in cui vi siete innamorati del Napoli, scrivete a redazione@ilnapolista.it

ilnapolista © riproduzione riservata