Grassani (avvocato Napoli): «Younes ha firmato consapevolmente, l’accordo non si può annullare»

L’intervento a Radio Crc: «Qui parliamo di professionisti, un ripensamento di Younes non può cancellare l’accordo già stipulato».

Grassani (avvocato Napoli): «Younes ha firmato consapevolmente, l’accordo non si può annullare»

L’intervento a Radio Crc

Il ritorno di Amin Younes. O meglio, si torna a parlare di Amin Younes e della sua fuga da Napoli, ad accordo già firmato per luglio. L’operazione non è stata formalizzata per gennaio, ma dovrebbe concludersi al termine di questa stagione. A fronte della firma del calciatore e del regolamento in merito ai trasferimenti a fine contratto.

Le dinamiche sono state spiegate dall’avvocato del Napoli, Mattia Grassani, in un’intervista a Radio Crc: «La situazione-Younes  è in stand by. Il fatto che il calciatore abbia delle amnesie in merito al suo passaggio al Napoli è abbastanza curioso. Anche perché i documenti sono stati già depositati, e il calciatore ha firmato consapevolmente un accordo con il Napoli. Per invalidare un contratto devono esserci condizioni particolari come firme non vere o false rappresentazioni. Si tratta di circostanze che escludo categoricamente».

Un eventuale ripensamento del calciatore può cambiare la situazione? «No, non si può cancellare tutto perché Younes ha cambiato idea. Qui si parla di professionisti e un contratto del genere non si può interrompere unilateralmente. Il giocatore deve presentarsi a Napoli per il mese di luglio, poi se ci saranno offerte verranno prese in considerazione».

Grassani ha anche spiegato le motivazioni che hanno rimandato il trasferimento di Younes alla prossima estate: «A gennaio Amin non è arrivato a Napoli a causa del mancato consenso dell’Ajax. Il suo contratto col club olandese era in essere e serviva un accordo con il Napoli, che però non c’è stato».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. giancarlo percuoco 6 marzo 2018, 9:56

    questo deve essere veramente tonto. cioè dopo che hai firmato 521 fogli poi non vuoi venire più.

Comments are closed.