La versione del Sassuolo sul no di Politano al Napoli

Carnevali (Sassuolo): «Il Napoli aveva l’accordo con Politano da giorni, ha fatto di tutto per prenderlo. Cifre? Decisamente più basse dei 28 milioni».

La versione del Sassuolo sul no di Politano al Napoli

In conferenza stampa

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, è intervenuto in conferenza stampa per chiarire gli aspetti del caso-Politano: «Per prima cosa, devo ringraziare il Napoli- Ha mostrato interessa per il calciatore ben prima delle 22 di ieri sera. Ha davvero fatto di tutto per acquistarlo. Aveva l’accordo con il calciatore da un po’ di giorni. Noi abbiamo molta reticenza a cedere i nostri calciatori a gennaio, ci siamo comportati allo stesso modo con Zaza e Defrel. In Nel caso di Politano, c’era la volontà del calciatore. Per noi la cosa più importante era l’aspetto tecnico, non economico.  L’interesse lusinga, ma poi ci sono state montate alcune cose non proprio veritiere».

La gestione del calciatore: «Noi lo aspetteremo per un po’ di tempo. Crediamo nella sua professionalità, abbiamo parlato più volte con lui, ma il mestiere dei procuratori è quello di spostare i giocatori il più possibile. Nel caso, se ne riparlerà a giugno. Farias? Era un discorso che poteva entrare in gioco a prescindere da Politano. Abbiamo provato a prendere Caprari, ma la Sampdoria non voleva  cederlo. Poteva essere un’alternativa, ma c’era una richiesta economica importante. Le altre situazioni non sarebbero servite a sostituire Politano. In ogni caso, si trattava di cifre comunque decisamente inferiori ai 28 milioni».

Il rapporto con la Juventus: «Ottimo, ma personale. Restiamo una società indipendente. Abbiamo fatto tante operazioni con la Roma, poi con Angelozzi avevamo chiuso un accordo con l’Inter per Pinamonti, poi non se n’è fatto nulla. Alle volte si ricama su cose che non esistono. La Juventus ci ha solo chiesto se avevamo chiuso un accordo con il Napoli, noi abbiamo detto di no e che probabilmente non l’avremmo fatto, e loro ci hanno risposto che poteva interessargli in base al responso delle visite mediche di Cuadrado. Non c’era solo la Juventus, ma anche alcune squadre straniere importanti».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Giovanni Pantolese 1 febbraio 2018, 15:55

    Fuffa, sono solo fuffa le parole di Carnevali amministratore delegato del Sassuolo i fatti sono ben diversi, li conosciamo tutti e tutti ci siamo fatti la nostra opinioone.
    La mia opinione è che il Sassuolo è il servo della gleba della Juve, altro che società indipendente.

Comments are closed.