Sarri-Napoli, prove di rinnovo: incontro in settimana per l’aumento e la cancellazione della clausola

Giovedì e venerdì potrebbero essere i giorni giusti per l’incontro Sarri-Adl. Ecco il nuovo contratto: un anno in più (fino al 2021) e un aumento (fino a 3,5 milioni).

Sarri-Napoli, prove di rinnovo: incontro in settimana per l’aumento e la cancellazione della clausola

Tra giovedì e venerdì

Qualcuno scrive “8 febbraio”, altri indicano invece giorno 9. La sostanza resta inalterata: la prossima settimana ci sarà un incontro tra Sarri e De Laurentiis per discutere del nuovo contratto del tecnico azzurro. Il presidente l’ha annunciato nelle sue interviste-fiume, diciamo che come tempistica ci siamo. Anche perché, come arcinoto, la clausola di otto milioni “scattava” all’inizio di febbraio. E ha già solleticato i primi rumors d’addio, primo tra tutti quello del Chelsea (secondo la Gazzetta). Una suggestione che si percepisce anche leggendo i giornali di oggi, Il Mattino su tutti. Ma che finisce in secondo piano rispetto alla “trattativa” per il rinnovo.

Che si basa su alcune premesse chiare, almeno leggendo l’analisi del Mattino: «Il presidente intende tenersi stretto il tecnico toscano e desidera riprendere il discorso con lui appena possibile (però è molto difficile che accada venerdì 9, alla vigilia di Napoli-Lazio). L’idea è di arrivare a un nuovo accordo con un riconoscimento sull’ingaggio (intorno ai 3,5 milioni, attualmente Sarri arriva a 1,4) e con il prolungamento di un altro anno. A quel punto, la clausola (scattata a inizio febbraio) verrebbe automaticamente cancellata». Nell’articolo del Corriere dello Sport non ci sono cifre e parametri di riferimento. Ma sembra essere più certa la data del summit: «Da giovedì 8 febbraio si potrà cominciare a guardare insieme verso il futuro».

ilnapolista © riproduzione riservata