Il circo si è spostato al Nord

Il momento partita è la rete di Mertens. Ennesimo capolavoro di Dries. Al Napoli bastano due reti e un po’ di riposo

Il circo si è spostato al Nord

Benevento – Napoli  0 – 2

Ancora una volta il Napoli affronta una partita a marce basse. La sblocca in un momento “difficile”, la raddoppia al momento adatto per ammazzarla e la porta a casa senza troppi patemi (oltre al rigore annullato dal Var).

Il momento partita è, per ovvi motivi, la rete di Mertens.
Non era un momento molto semplice. Il Benevento giocava molto bene, buone ripartenze, molto attivi D’Alessandro e Guillherme, qualche conclusione non troppo pericolosa verso la nostra porta. Il Napoli, con la giocata del singolo la sblocca e la porta nel suo territorio preferito. Vantaggio e squadra avversaria che si apre per recuperare.

Il gol di Mertens

L’azione è qualcosa che stiamo vedendo spesso nell’ultimo Napoli. Palla recuperata alta e giocata subito in verticale ad accattare velocemente la profondità.
Mertens si trova al centro dell’area a ricevere palla. Con una magia la stoppa, sterza e dribbla un avversario. Tutto con un solo movimento. Ha il tempo per ragionare.
Puggioni è messo male, Insigne è libero sul secondo palo (c’è anche Hamsik sul primo, ma è nel traffico). Il pallone è a metà. Non sapremo mai le sue vere intenzioni. L’importante è l’esito finale.
Palla nel sacco ed ennesimo capolavoro di Dries. Insert meme della faccia disgustata di Mertens.Il Napoli prova quindi a tenere la partita addormentata, il Benevento prova a rendersi pericoloso ma senza grossi sussulti.

Partita chiusa

All’inizio del secondo tempo il Napoli decide che è arrivato il momento di  chiuderla definitivamente.
Su di un altro pallone verticale c’è l’errore di un difensore del Benevento. Allan accorcia bene e si fionda sulla seconda palla e di prima serve in profondità Callejon (giocata stupenda). Lo spagnolo serve con un perfetto cross basso Hamsik sul secondo palo, completamente solo: pratica archiviata.
Tutto il resto è noia.

Koulibaly prova a riaccendere la partita addormentandosi e dando un calcione a un giocatore del Benevento in area di rigore.
Fortunatamente, per noi, dal Var viene vista una posizione di fuorigioco di un giocatore del Benevento sull’azione che ha portato al rigore. Insert meme di #KoulibalyaBenevento.

La metamorfosi

Anche stavolta il Napoli ha dato prova di non aver più bisogno di aprire il circo per portare a casa certe partite. Bastano due reti e un po’ di riposo.
Se volete vedere tanti goal andate da qualche altra parte. Il circo s’è spostato in una città più a Nord. Gli scudetti si vincono con le difese, o no? Com’era?

Dopo un turno light inizia un tour de force niente male. Sarri ieri sera un’indicazione sulla partita delgGiovedì già l’ha data (“Chi vorrà riposare si riposerà al Giovedì” ognuno tragga le sue conclusioni). Ci aspettano 5 giornate di campionato che diranno molto, probabilmente, su come potrebbe andare a finire. Testa alla Lazio.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Francesco Sisto 7 febbraio 2018, 11:55

    Anche io ero piu in ansia per il Benevento che per la Lazio.
    I romani hanno una difesa un po allegra, sono portati a giocare (non sono squadre da barricate), e mi pare che alcuni giocatori chiave stiano accusando un po di stanchezza.
    Con molta attenzione e impegno si puo fare.

  2. Tutto sto frignare di Inzaghi ha un po’ stufato.
    La Lazio fu sicuramente sfortunata coi difensori, ma il Napoli meritava l’1-1 già nel primo tempo.
    Nel secondo non ci fu praticamente partita, poteva finire 1-6 viste le occasioni, e coi difensori titolari la Lazio non credo avrebbe potuto evitare la sconfitta, vista la ferocia messa dal Napoli per prendersi la partita.

    Bisognerebbe imparare ad accettare la superiorità dell’avversario, e quest’anno il Napoli è superiore a 18 (forse 19) squadre di serie A.

  3. In realta’ Allegri disse che per il “bel gioco” bisogna andare al circo, non per i gol. Non confondetevi: la Juve ha segnato molto ma non ha fatto un gran bel gioco, anzi…

  4. confy1926 fnsempre 5 febbraio 2018, 14:41

    Condivido in pieno, soprattutto non sopporto più sentire Inzaghi.

  5. onofrio marino 5 febbraio 2018, 12:30

    Ma il Napoli ha vinto? E’ primo in classifica? Ha la miglior difesa? Scusate se ve lo chiedo ma se non avessi visto tutte le partite sarei propenso a credere che si lotta per la retrocessione. Il Presidente è papp…..ne, Giuntoli non capisce un c…zo, Sarri è integralista, la rosa è corta, se si fanno male tizio-sempronio e caio come si fa (all’anima dei iettatori). E’ mai possibile che non riuscite mai a godere.

  6. No Ghoulam no circo (quanto mi manca) . Con la Lazie non sono possibili né cappellate in difesa (tipo ieri di KK) né giochetti lì davanti. L’ansia aumenta.

Comments are closed.