Napoli-Verdi, improvviso dietrofront: il Bologna rilancia, il calciatore ha 24 ore per decidere

Rassegna stampa di calciomercato e racconto di una serata convulsa: il Bologna prova ad alzare il prezzo, Verdi avrebbe perplessità di tipo tecnico. Si può tornare su Deulofeu.

Napoli-Verdi, improvviso dietrofront: il Bologna rilancia, il calciatore ha 24 ore per decidere
Rassegna stampa

Raccontare un dietrofront, un’esitazione. Simone Verdi si allontana improvvisamente dal Napoli, e allora tutti siamo costretti a ritrattare, a spiegare perché, a interrogarci su come il calciomercato possa cambiare in un amen i suoi connotati. La Gazzetta individua alcune motivazioni alla base del (nuovo) atteggiamento del fantasista del Bologna: «Il problema è puramente tecnico, Verdi teme che accettando il trasferimento non avrebbe molte opportunità per continuare a crescere, quelle che non gli mancano a Bologna, invece, dove è il vero leader insieme a Palacio».

Insomma, Verdi ne fa una questione di soldi e/o titolarità. La sua posizione è simile a una nostra definizione di qualche giorno fa, ne abbiamo scritto qui. La rosea, allora individua i prossimi passi: «Il Napoli darà altre 24 ore di tempo all’attaccante del Bologna per decidere, dopodiché Giuntoli procederà col piano due. Anche perché nella serata di ieri ci sarebbe stato anche un altro momento che De Laurentiis non avrebbe sopportato molto. Pare che per definire l’operazione il Bologna abbia rilanciato, chiedendo non più gli iniziali 20 milioni, ma 23 milioni più 2 di bonus. Oggi, dunque, scatterà il conto alla rovescia: alla scadenza Giuntoli sposterà l’interesse su Deulofeu, per il quale ha già trovato l’intesa col Barcellona. L’ex milanista non avrebbe alcuna esitazione a accettare la nuova destinazione. Il suo resta l’unico nome possibile perrinforzare l’attacco,soprattutto dopo il no del Sassuolo che non intende privarsi di Politano».

Il Mattino

Anche il quotidiano del Chiatamone conferma la versione della Gazzetta. A cominciare dal «Bologna che si mette un po’ di traverso» fino alla domanda delle domande: «Verdi dirà no all’offerta da 1,8 milioni del Napoli fino allo striscione del 31 gennaio?». Per quanto riguarda le alternative, Il Mattino apre il casting anche a Mimmo Berardi, oltre che a Politano. Provini che restano a Sassuolo, dunque, il Piano C dopo Gerard Deulofeu. Che, nella versaione della testata napoletana, «rappresenta una trattativa già chiusa per Giuntoli». Insomma, il Napoli non dovrebbe essere del tutto impreparato a questo improvviso dietrofront. Anche perché, alla resa dei conti, il mercato in entrata del Napoli è tutto qui. Un esterno offensivo, e basta. Vedremo come andrà.

ilnapolista © riproduzione riservata