Maksimovic: «Sarri è bravissimo, ma ho accettato subito lo Spartak. Il mio futuro dipende dal Napoli»

La prima intervista di Nikola Maksimovic come calciatore dello Spartak Mosca: «Sono qui per dimostrare di essere un buon calciatore, la difesa a quattro non è un problema».

Maksimovic: «Sarri è bravissimo, ma ho accettato subito lo Spartak. Il mio futuro dipende dal Napoli»
Foto Twitter Spartak Mosca

L’intervista al sito ufficiale dello Spartak

Parla Nikola Maksimovic. Dopo il passaggio in prestito allo Spartak Mosca, il difensore serbo di proprietà del Napoli ha spiegato la sua posizione in un’intervista al sito ufficiale del club russo. «L’offerta dello Spartak – spiega Maksimovic – mi ha convinto immediatamente. Poi però la trattativa ha richiesto molto tempo. Ma non tutto dipendeva da me. Arrivo in uno dei club più importanti di Russia, ora siamo lontani dal primo posto della Lokomotiv (lo Spartak ha otto punti di ritardo, ndr), ma abbiamo un buon calendario e lo scontro diretto subito dopo la sosta. Può essere importantenella corsa al titolo».

Maksimovic e l’adattamento a una difesa a quattro: «Per un professionista uno schema non deve rappresentare un problema. Poi ho lavorato con Sarri, che è uno dei migliori tecnici italiani al momento, bravissimo nella fase difensiva».

Un altro difensore serbo, Nemanja Vidic, ha un posto importante nella storia dello Spartak: «Vidic ha fatto benissimo in questo club. Per quanto mi riguarda, non so cosa accadrà in futuro. Alla fine del prestito la decisione spetterà soprattutto al Napoli. Voglio aiutare la squadra a raggiungere tutti i suoi obiettivi e ripagare la fiducia del tecnico e del club, dimostrando di essere un buon calciatore».

ilnapolista © riproduzione riservata