Allegri: «Complimenti al Napoli per i risultati. Cuadrado si opera? La rosa resta questa»

La conferenza stampa di Allegri alla vigilia del match di Coppa Italia contro l’Atalanta: «Senza la Juventus e il Napoli, il campionato sarebbe molto più aperto».

Allegri: «Complimenti al Napoli per i risultati. Cuadrado si opera? La rosa resta questa»

In conferenza stampa

Interessanti dichiarazioni di Massimiliano Allegri in conferenza stampa. Il tecnico della Juventus ha presentato la partita contro l’Atalanta, andata delle semifinali di Coppa Italia. Ma ha anche parlato di mercato, in maniera indiretta. Domanda su Cuadrado, sulle sue condizioni: «Aspettiamo a farlo operare, in ogni caso comunque la squadra rimane questa». In pratica, una chiusura nei confronti dell’arrivo di Politano. Forse vera, forse no. Ma, intanto, registriamo queste parole.

Così come registriamo i complimenti al Napoli per l’andamento eccezionale in campionato: «Era difficile che le altre squadre tenessero il nostro passo. Bisogna fare i complimenti al Napoli perché 57 punti sono tantissimi. In un campionato normale, la Lazio sarebbe seconda a quattro punti dalla vetta. Senza la Juventus e il Napoli il campionato sarebbe sicuramente molto più aperto».

Allegri sul Var e su un turno di campionato pieno di polemiche: «Sono giornate che capitano, quindi non c’è niente da fare, bisogno accettarle, gli arbitri stanno lavorando per far sì che tutto funzioni al meglio. Prima non c’era il Var, dopo la partita non si potevano cambiare certe decisioni, ma gli arbitri miglioravano e rivedevano i propri errori. Tutti sbagliamo quando prendiamo delle decisioni. Anzi, più polemica e casotto facciamo, peggio è».

Higuain e la posizione più vicina alla porta: «Ha ragione, per fare gol bisogna stare vicino alla porta. A Verona abbiamo sbagliato qualcosa, siamo andati in fase di gestione della partita perché loro non venivano avanti. Ha giocato bene contro il Chievo, è sempre difficile sbloccare gare del genere, giocare senza concedere nulla contro una squadra che gioca in dieci dietro la linea della palla. È complesso trovare gli spazi, fare le marcature preventive, i ragazzi sono stati bravi. Del resto, vincere non è mai semplice».

 

ilnapolista © riproduzione riservata