Sarri: «Un’ottima prestazione, è mancata solo un po’ di brillantezza»

Il commento di Sarri al termine di Chievo-Napoli 1-1. Hamsik in crescita. L’assenza di Ghoulam e Milik ci pesa.Il City ci porta a spendere tante energie fisiche

Sarri: «Un’ottima prestazione, è mancata solo un po’ di brillantezza»

Maurizio Sarri ai microfoni di Mediaset Sport:

Arrabbiato per il risultato o per il livello della prestazione?

«Non sono arrabbiato, non so cosa intendete voi per prestazione. Abbiamo fatto una partita straordinaria. Siamo arrivati all’ultima partita di questo ciclo con un pizzico di brillantezza in meno contro una squadra chiusa come il Chievo oggi. Se poi una squadra si permette di tenere in campo a terra tanti giocatori infortunati si fa una brutta pubblicità al calcio italiano. Ma non abbiamo pareggiato per questo, ma perché quei giocatori che di solito saltano l’uomo oggi avevano un pizzico di brillantezza in meno»

Mario Rui

«Mario ha fatto abbastanza bene, ma negli ultimi 15 mesi ha fatto solo 3 presenza e dopo 60′ ha avuto difficoltà muscolari ed è dovuto uscire. E’ chiaro che la forza e la profondità di Ghoulam sono superiori, ma adesso bisogna portare Mario a rendere al 100%»

Hamsik continua a essere in affanno?

«Ha fatto fatica anche nelle stagioni scorse. Io rispetto a un mese fa lo vedo in crescita, non è ancora quello del girone di ritorno dello scorso anno, ma credo abbia preso la strada giusta. Oggi il problema non era Hamsik ma i tre attaccanti che non hanno fatto al meglio ciò che di solito fanno. Siamo stati bravi tatticamente a non concedere spazi alle loro ripartenze. Fino al girone d’andata dello scorso anno eravamo una squadra che se non si esprimeva al 100% non portava a casa le partite. Ci sarebbe il passo ulteriore che sarebbe vincere anche le partite in cui non siamo brillanti. Probabilmente in questo momento l’assenza di Ghoulam e Milik ci pesa, però la situazione che si è venuta a creare è questa e bisogna fare le cose con un po’ più di scaltrezza»

Scarichi di testa dopo il Manchester City

«Di testa non penso. Il City ti porta a fare partite in cui si macinano tanti chilometri e accelerazioni. E’ una squadra che ci porta a spendere tante energie fisiche»

ilnapolista © riproduzione riservata