Bleacher Report: «Il Napoli è una squadra che vale un abbonamento»

«Il Napoli pratica un gioco riconoscibile dall’intero pianeta, emozionante e coinvolgente. La loro filosofia ha conquistato il cuore degli hipster del calcio».

Bleacher Report: «Il Napoli è una squadra che vale un abbonamento»

Una classifica

Napoli al quinto posto, prima tra le italiane, nella classifica di Bleacher Report. L’oggetto di questa graduatoria non riguarda (almeno strettamente) il calcio giocato o una statistica di campo, quanto un eventuale abbonamento. O meglio: la potenzialità dell’acquisto di un abbonamento per lo San Paolo. Il Napoli è una squadra ormai decisamente d’attrazione, per il gioco che pratica ma anche per le atmosfere del suo stadio. E anche se noi (soprattutto noi Napolisti) non crediamo molto alla narrazione del “San Paolo dodicesimo uomo”, della “tifoseria unica al mondo” – , qui per esempio, un articolo di Charlie Repetto che inquadra perfettamente il tema -, all’estero ancora resiste questo tipo di suggestione. Tanto che il Napoli è quinto in questa particolare classifica, prima tra le italiane davanti alla Juventus (decima), alla Lazio (12esima), all’Inter e alla Roma (15esima e 16esima).

Queste le motivazioni espresse da Sam Tighe di Bleacher Report«Il Napoli pratica un gioco riconoscibile dall’intero pianeta, emozionante e coinvolgente. La loro filosofia ad alto impatto ha conquistato il cuore degli hipster del calcio, di coloro che amano guardare il possesso palla e vogliono vedere la soluzione complessa in situazioni pericolose. E poi c’è la questione dell’atmosfera: i gol vengono salutati da grandi ovazioni, e ce ne sono molti. Inoltre il San Paolo è uno stadio molto grande, ricco di gruppi di tifosi appassionati e fedeli». Insomma, il San Paolo tira ancora, soprattutto all’estero. E non solo grazie alla bellezza oggettiva del Napoli, ma anche da solo. Forse strano, sicuramente vero. Davanti al Napoli, in classifica, il Manchester City, il Barcellona, il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund. I gialloneri sono primi. Giustamente, ci viene da dire.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Alfonso Di Maio 9 novembre 2017, 18:30

    Allora tutti allo stadio, via i telefoni, mani alte e cameratismo tutti insieme.
    Perché lo sport è ancora divertimento.
    Rendiamo di nuovo il San Paolo speciale!

Comments are closed.