Inghilterra, sei persone incriminate per la strage di Hillsborough

La strage di Hillsborough causò la morte di 96 persone, oggi – 28 anni dopo – sono arrivate le prime incriminazioni: nel mirino i responsabili della sicurezza.

Inghilterra, sei persone incriminate per la strage di Hillsborough

Ricostruire una strage

Hillsborough, 28 anni dopo. E l’inchiesta è ancora viva. Anzi, produce oggi i primi imputati. Dall’Inghilterra arriva la notizia di un’incriminazione per l’ex comandante della polizia David Duckenfield e altre cinque persone coinvolte nella gestione dell’ordine pubblico in riferimento alla semifinale di Fa Cup tra Liverpool e Nottingham Forrest. In seguito agli incidenti morirono 96 tifosi presenti quel giorno allo stadio. E proprio per quelle 96 persone, lo scorso anno, è stato riaperto il caso: il capo di imputazione è omicidio colposo per grave negligenza in servizio. Un altro agente di polizia, Norman Betison, è stato incriminato per falsa testimonianza.

I risultati dell’inchiesta hanno in qualche modo dimostrato che il comportamento dei tifosi del Liverpool non aveva contribuito a creare situazione di pericolo. Quindi, come riportato anche dal Guardian, sono state uccise dalla mancata efficacia del dispositivo di sicurezza. La responsabilità è ricaduta su questi sei accusati, al termine di una campagna quasi trentennale portata avanti dalle famiglie delle vittime. La prima sentenza, del 1991, è stata annullata nel 2012, oggi sono arrivate le prime incriminazioni. Tra le sei persone che saranno processate il 9 agosto – Duckenfield sarà giudicato in un procedimento a parte -, c’è anche Graham Mackrell, ex segretario dello Sheffield Wednesday, il club che giocava nello stadio teatro della strage. 

ilnapolista © riproduzione riservata