Anche il Mattino spiega che il mercato del Napoli è stato fatto coi rinnovi (ingaggi a 95 milioni)

In un anno (ancora) senza Champions, il Napoli ha aumentato piuttosto che tagliare il suo budget per gli ingaggi. Sta qui l’investimento del club.

Anche il Mattino spiega che il mercato del Napoli è stato fatto coi rinnovi (ingaggi a 95 milioni)

Pagina di riepilogo

Una pagina per spiegare, con i numeri, che il Napoli ha già fatto il suo calciomercato. Quello che abbiamo scritto noi, dal punto di vista concettuale, espresso attraverso la matematica del monte ingaggi. In pratica, anche Il Mattino spiega che i rinnovi di Insigne e Mertens (i più recenti, i più freschi, i più importanti, ma prima ce ne sono stati altri come Hamsik e Callejon) hanno già rappresentato una parte importante degli investimenti per la prossima stagione. Leggiamo: «Mai nella storia del club sono stati pagati stipendi così alti. Il monte ingaggi continua a salire, con un boom del 10 percento rispetto a un anno fa di questi tempi (circa 88 milioni), quando in rosa c’era ancora Higuain e la sua sfavillante busta paga».

Oggi si arriva a quota 95 milioni di euro. Il quotidiano del Chiatamone sottolinea anche il fatto che questa quota sia stata toccata in un anno (per ora) senza Champions. A differenza dell’estate 2014 (allora il Napoli tagliò qualche stipendio importante), il club partenopeo ha alzato la posta sugli stipendi. Il costo del lavoro, sempre secondo Il Mattino, potrebbe superare i 100 milioni. Anche a causa dei contratti dinamici. Leggiamo: «Adesso ogni calciatore può legare i propri introiti agli obiettivi personali più disparati. Come gli assist, le presenze, i numeri dei gol. Questa dinamica retributiva è innovativa. E permette ai club d’ammortizzare i rischi e condividerli con i calciatori».

Napoli

Insomma, parlerà il bilancio: il Napoli ha già deciso come investire i frutti di Higuain e di una stagione Champions: mantenere l’organico inalterato, o quasi. Per un anno, per puntare a un grosso successo con un gruppo di lavoro rodato. Vedremo se questa politica pagherà.

ilnapolista © riproduzione riservata