De Laurentiis: «Mertens resta con noi, clausola valida solo per l’estero dal 2018»

De Laurentiis a Radio Kiss Kiss Napoli: «Non sono più favorevole alle clausole, Mertens potrà giocare in Cina se vuole. Stiamo costruendo una macchina da guerra».

De Laurentiis: «Mertens resta con noi, clausola valida solo per l’estero dal 2018»

L’intervento a Radio Kiss Kiss Napoli

La notizia che tutti aspettavano: Dries Mertens resterà a Napoli, ha rinnovato il suo contratto. Lo annuncia De Laurentiis in un intervento a sorpresa a Radio Kiss Kiss Napoli: «Ieri mi sono regalato una giornata intensissima, lunghissima. Dalle 14.30 del pomeriggio fino all’1.40 del mattino di oggi, anche grazie alla collaborazione di Chiavelli e Giuntoli, siamo stati con gli avvocati di Mertens, i suoi consulenti milanesi, al telefono coi suoi e i miei fiscalisti, e finalmente dopo tante ore di discussione abbiamo messo a punto tutti un rapporto bilateralmente perfetto per Dries e per il Napoli che protegge voi tifosi e me. Mertens resterà con il Napoli, ancora per degli anni. A meno che non voglia andare a giocare in Cina, dato che il nuovo accordo prevede una clausola che non ho potuto rifiutare».

Il discorso della clausola è anche retroattivo: «Non sono più favorevole. Nella vita bisogna imparare, l’esperienza insegna, nessuno nasce professore allora dopo l’errore Higuain la nuova clausola sarà esercitabile solo da una squadra straniera dal prossimo anno. In Italia, dunque, Mertens giocherà solo con il Napoli».

Il resto del futuro

La programmazione non si ferma a Dries Mertens: «Stiamo mettendo a punto una macchina da guerra, non possiamo più lasciare punti per strada con squadre minori. Sarri è cresciuto in maniera incredibile ed ogni volta, dimostrando di essere colto e intelligente, mette a frutto la sua esperienza. Questa è la più grossa garanzia. Gli errori compiuti non saranno più ripetibili, sono felice e contentissimo che lui stia con noi». Sulla clausola per liberare il tecnico, esercitabile solo nel 2018, ecco un detto napoletano: «Ccà nisciuno è fesso”».

Insigne: «Il rinnovo ha rinsaldato i nostri rapporti. Prima ci si guardava con un po’ di sospetto, ora invece basta uno sguardo per entrare in sintonia. Da lui mi aspetto che continui così, del resto non sarei stato così contento di proseguire con lui con un contratto così importante. Mi piace molto la sua famiglia, voglio fare altre cose con loro. Recentemente ho incontrato Zeman, mi ha detto: mi puoi dare Insigne junior?. Gli ho risposto: hai già fatto un miracolo con Lorenzo. Ora ti mando suo fratello Roberto così fai un altro miracolo. Mi farebbe piacere se giocasse a Pescara».

Domani

Sulla corsa al secondo posto: «Credo nel Genoa. Mi auguro giochino con impeto. Sono gemellati con noi, spero di poter avere ancora l’occasione di arrivare direttamente in Champions».

 

ilnapolista © riproduzione riservata