La probabile formazione del Napolista: Rog si candida, Mertens molto più di Milik

La nostra idea sulla formazione di domani sera, sui ballottaggi e sulle possibili scelte in vista del big match contro il Real Madrid.

La probabile formazione del Napolista: Rog si candida, Mertens molto più di Milik

Napoli-Real Madrid

È facile, questa volta, scrivere della probabile formazione del Napoli. Inatteso sotto alcuni aspetti, per alcuni ballottaggi, ma ci arriveremo. Per il resto, tutto abbastanza scontato. Tutto abbastanza classico. Anche perché la vittoria di Roma, in qualche modo, ha rinsaldato legami tra squadra titolare, condizione fisica ed espressione di gioco che sembravano un po’ allentati. Il Napoli c’è, è vivo, e al di là di cinque minuti più recupero di difficoltà ha tenuto testa a una squadra forte e in salute come la Roma. Con i titolarissimi, più Rog. Lui è la sorpresa. Il resto è il solito, frutto di lavoro e adattamenti.

formazione

Rog – Zielinski

E chi se lo aspettava. Arrivare alla vigilia di Napoli-Real Madrid e vedere Rog nella probabile formazione di molti giornali. Addirittura da titolare e basta, non come noi che facciamo i paraculo e gli diamo il 50% come pure a Zielinski. Invece, sta succedendo. Merito del ragazzo, certo, del suo inserimento improvviso e non improvvisato contro Roma e Juventus. Prestazioni grosse, importanti, complete. Tanto da entrare in concorrenza vera con Zielinski, che tra gli acquisti estivi è senza dubbio il più pronto tatticamente, il più smaliziato, anche il più forte in senso assoluto, forse. Comunque: per noi si parte alla pari, ma a bocca aperta per la sorpresa. Anzi, dovessimo scegliere sceglieremmo Rog. Per l’impatto fisico, che in questo momento di (semi)crisi di prestazioni Zielinski non garantisce. Il momento difficile del polacco era iniziato proprio al Bernabeu. Due settimane dopo è comparso Rog, anche grazie all’infortunio di Allan. Che, ora, starà maledicendo tutto il possibile. Allo stato attuale delle cose, per giocare dovrà superare Hamsik, Rog e Zielinski. Non male.

Jorginho – Diawara

Partiamo alla pari, stavolta. Cinquanta e cinquanta, esatto, pulito e preciso. Jorginho non ha giocato una partita fenomenale contro la Roma, ma se il Napoli vuole tenere il possesso in casa contro il Real Madrid – per provare a vincerla così -, l’idea dell’italobrasiliano titolare potrebbe non essere campata in aria. Certo, Diawara all’andata ha dimostrato di avere gli attributi per una partita così. E a Roma non ha giocato, forse proprio per assecondare la rotazione e prepararsi al Madrid. Vedremo, ogni soluzione ha pro e contro di natura tattica ed emotiva. Non ci sorprenderemmo in nessuno dei due casi di scelta.

Mertens – Milik

È una precauzione. Nel senso: Mertens sta bene, lo sappiamo, ce l’ha confermato (o quasi….) anche Sarri. Viene da una doppietta, ha mancato il gol contro Real Madrid e Atalanta (le partite che ha giocato da titolare) solo per l’imprecisione nelle due occasioni capitategli. Il Napoli si è adattato a lui, riesce a servirlo bene e lui ripaga la fiducia con gol non solo belli, anche semplici. Da centravanti. Poi, contro Ramos e Pepe (che è un’altra cosa rispetto a Ramos-Varane), l’idea di un folletto in grado di sgusciare può essere ancora quella giusta. Chissà.

Detto questo, 20% di possibilità a Milik di scendere in campo dall’inizio. Una precauzione per l’infortunio, per la sorpresa dell’ultimo minuto fatta dall’allenatore che vuole sorprendersi e sorprendere. Arkadiusz ha giocato bene a Torino, non è ancora brillante come a settembre ma ci sta dopo quattro mesi d’assenza. Un ingresso nel secondo tempo, a risultato ancora da conquistare, è più probabile. Però noi abbiamo questa suggestione che non se ne va. Milik titolare, a sorpresa, all’improvviso. Siccome è solo una suggestione vale solo il 20%. Il resto è Mertens.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Miguel Anglani 6 marzo 2017, 20:56

    Io resto dell’idea che uno tra insigne e mertens bisogna tenerlo in panchina (quindi milik titolare) per avere la possibilità di cambiare la partita. Se sarri non la pensa cosi avrà le sue ragioni, anche se a me sembral’unica vera arma tattica a disposizione.

    Mag Alb KK Gul
    Rog Jor Ham
    Cal Mil Ins

  2. Per me gioca Maggio, e – copio Marazola – non mi dispiacerebbe vedere Insigne e Mertens sulle due ali e Milik al centro…. lo so, fantacalcio, ma dobbiamo segnare, abbiamo bisogno di una punta di peso ma nel contempo non si puó rinunciare a Mertens. Why not?

  3. Ripenso a Roma Napoli e ALL ultima parte di quella partita; poco convincente anche perché in vantaggio di due gol ci siamo fatti beccare parecchie volte in contropiede.
    Rivedendo la partita anche le sostituzioni non sono state molto convincenti; al posto di ZELINSKI, abbastanza evanescente, avrei inserito un elemento di maggiore copertura anche in considerazione del fatto che CALLEJON era veramente in crisi.
    Per domani sera mi aspetto ROG in campo; non lo metto manco in dubbio.
    In regia opterei per GIORGINHO che potrebbe essere più indicato per far girare velocemente la palla e come terzino destro MAGGIO che assicura, a mio avviso, più velocità e fisicità.
    Quindi

    MAGGIO. ALBIOLLL KK. GHOULAM

    ROG. GIORGINHO. HAMSIK

    CALLEJON. Mertens. INSIGNE

  4. Christian Maggio, per tantissimi motivi, meriterebbe di esserci.Attualmente è più fresco e più in forma di Hysaj.

    • Musica Pertutti 6 marzo 2017, 19:46

      Si ma scordiamocelo. Lui Hysaj se lo cresce e se lo pasce e queste partite sono fatte per mettere in campo quelli di cui si ha più fiducia. Maggio anche io lo vedrei bene a fare a sportellate con Ronaldo, meno però a uscire palla al piede dalla difesa cosa che l’albanese sa fare una meraviglia, questo si.

Comments are closed.