La stampa spagnola: «Per fortuna del Villarreal, l’obiettivo del Napoli non è l’Europa League»

La stampa spagnola: «Per fortuna del Villarreal, l’obiettivo del Napoli non è l’Europa League»

La stampa spagnola sceglie la punizione di Denis Suárez per raccontare la partita:

Quella tra Villareal e Napoli è stata una partita equilibrata, decisa solo dalla genialidad di Denis Suárez su calcio di punizione. Una sfida «più simile a due squadre di Champions che di Europa League, elettrica e contesa sin dal primo sospiro». Nella cronaca di Anna Cordovilla su Mundo Deportivo si sottolinea che, dopo un inizio arrembante dei padroni di casa, il Napoli si è risistemato e ha iniziato «a estirar y llegar con veneno». Nella seconda parte il match si è acceso con occasioni da gol nelle due aree, un gioco spesso «loco» ma «sin matar», fino a quando non è arrivato il golazo di Denis Suárez: «El disparo del gallego se coló por toda la escuadra pese a la buena estirada de Reina.» Nonostante i tentavi del Napoli, el Submarino non si è scomposto e resistendo all’assedio ha portato a casa un «valioso triunfo».

Marca esalta l’autore del gol “Un misil de Denis desatasca al Submarino”: «il talento non ha prezzo e Denis Suarez va sobrado en esa faceta. Il giocatore, che è arrivato quest’estate al Villareal, è apparso nel momento decisivo nella sfida contro il Napoli.» Nel racconto di Cristian Ballesteros si evidenzia come il Napoli quest’anno «ha un obiettivo, e per fortuna del Villareal non è l’Europa League. La squadra napoletana da 26 anni non vince lo scudetto e su questo si focalizzano tutte le sue forze. Infatti Sarri ha risparmiato dall’inizio il suo uomo più pericoloso e per fortuna del Sottomarino nulla è successo con la sua entrata in campo»

Per AS il Villareal contro il Napoli «ha confermato lo que venía advirtiendo durante toda esta temporada dopo aver vinto, tra gli altri, col Siviglia, Valencia e Athletic […] Ha vinto di nuovo senza la necessità di comandare né di divertirsi, però lo ha fatto di nuovo senza sconfitta per la quindicesima partita in questa stagione, con un livello da grande squadra ed una concentrazione encomiabile.» Nella cronaca di Matilla si sottolinea come al San Paolo sarà tutt’altra musica, soprattutto perché Sarri schiererà Higuaín. In chiusura, evidenzia che vincere contro questo Napoli è motivo di merito perché non lo fa nessuno e perché il Sottomarino lo ha fatto con le sue armi: no encajar ni perdonar. Il ritorno sarà un’altra storia.

Anche sui giornali generalisti è Suárez il protagonista, per El Pais «la dolcezza con cui gestisce la palla, Denis aggiunge potenza e precisione nei colpi». Il tecnico Marcelino non ha risparmiato nessuno, schierando la formazione-tipo, a differenza del Napoli «con la cabeza puesta en la Serie A, hasta hace cinco días líder del campeonato italiano.» Nella cronaca, Javier Pérez, nota maliziosamente come Higuaín abbia «più chili in corpo rispetto a quando era al Madrid». Per El Mundo la squadra di Marcelino «ha espresso al massimo le virtù che mette in mostra da un po’ di tempo a qusto parte. Solidità dietro e opportunismo davanti per frenare un Napoli dominador che ha pagato caro il turn-over di Maurizio Sarri».

Infine anche su Marcadorint è il «golpeo de balón delicado, preciso y con intención» che potrà marcare la differenza in una sfida tanto competitiva come quella tra il Villareal e il Napoli. Sergio Santomé riconosce che la mezcla tra i titolari e le riserve ha avuto un impatto positivo. Solventes in difesa, ordenados a centrocampo, cercando di far passare la palla tra i piedi del regista Valdifiori, cercando l’uno-contro-uno di Mertes e le diagonali di Callejón.

L’elevato livello di entrambe le squadre «una è seconda in Serie A e l’altra occupa il quarta posto nella Liga» segnala che «piccoli dettagli separano le squadre in questo tipo di eliminzioni o partite. Piccoli dettagli come il piede destro del mediapunta gallego con el balón en el Madrigal.»

L’analisi, infatti, s’intitola El pie de Denis.

Su Twitter Miguel Quintana, giornalista dell’Ecos del Balon, ha seguito il match con alcuni tweet:

«Mi piace molto, molto Elseid Hysaj [Albania 1994], terzino destro del Napoli. Fa molte cose e la maggior parte le fa bene.» Anche Sarri, come il Tottenham di Pochettino, è stato in grado di dare uno stile riconoscibile alla squadra […] «Il Villareal finisce sempre per trovare il gol. Sulla base di dettagli e giocate concrete, ma sempre di successo. Golazo ahora di Denis Suárez».

ilnapolista © riproduzione riservata