Il tunnel di Hysaj a Evra, Allegri che consola Insigne

Il tunnel di Hysaj a Evra, Allegri che consola Insigne

I dieci gesti più belli di Juventus-Napoli 1-0

– Maurizio Sarri che prima del fischio d’inizio grida ai suoi per incitarli come neanche Adriano Pappalardo in “Ricominciamo”.   

– Elseid Hysaj dice “ciao” alla sua partita con un tunnel a Patrice Evra, uno che avrà fatto duemila allenamenti con Cristiano Ronaldo e dovrebbe esserci abituato. Solo che Hysaj è un terzino di 21 anni che l’anno scorso giocava nell’Empoli. Speriamo che Evra non l’abbia presa troppo a male.

– La discesa di Koulibaly a inizio primo tempo, come se non ci fosse un domani, come quando Tomba doveva rimontare un secondo e partiva a tutta nella manche decisiva. Gli juventini sono rimasti perplessi.

– Al 23’ Bonucci cade tramortito dopo uno scontro fortuito con Barzagli e Insigne continua a giocare. Breve parapiglia. E questo sarebbe il gesto bello? No, il gesto bello è Allegri che accarezza Lorenzo per consolarlo, per dirgli che ha capito.     

– Al 35’ Bonucci, ancora lui, si produce in una spaccata che ha fatto sobbalzare Olga Korbut che stava guardando la partita sul divano di casa. Anche Higuain ha avuto qualcosa da dire.

– A pochi secondi dall’inizio della ripresa, Insigne entra dalla sinistra nella difesa juventina come Jerry nelle casette dentro i muri, quelle che hanno la porta di legno nel battiscopa. Tira di punta, Buffon respinge alla meglio.

–   Al 62’, Pogba sul lato corto sinistro dell’area, danza sulla palla che nemmeno Virginia Raffaele travestita da Carla Fracci all’Ariston. Tocco dentro per Dybala, tiro di prima, fuori. Tutto di pregevolissima fattura.

 –   Al 80’, Hamsik riceve una palla al limite dell’area. Alza la testa, arma il sinistro, tira. Mertens si era inserito per linea interna, per servirlo ci voleva un passaggio che neanche Valderrama. Il tiro scende tardi, un peccato.

– Quei buontemponi dei tifosi juventini pensavano di deriderci cantando ’o Surdato ’nnammurato. Non lo sanno che noi ora ci risentiamo solo se ci toccano i Righeira. 

ilnapolista © riproduzione riservata