La lezione di Napoli-Sassuolo: per riempire il San Paolo basta abbassare i prezzi

«Mi dispiace molto vedere gli stadi italiani sempre vuoti». Così Rafa Benitez l’altra sera alla trasmissione tv Tiki Taka. E chissà che non abbia influito anche il suo parere nella decisione della società di mettere in vendita a prezzi popolarissimi i biglietti per la partita di stasera tra Napoli e Sassuolo. Sei euro le curve, dieci i distinti. Il risultato è che stasera lo stadio sarà pieno anche per una gara con l’ultima in classifica. Che di certo calcisticamente non va sottovalutata ma che sicuramente non ha un grande appeal sul pubblico. Per riempire il San Paolo, però, la soluzione c’è: basta abbassare i prezzi. Soluzione suggerita dalla graduatoria degli spettatori dello scorso anno. Fatta eccezione per le sfide con Juventus e Milan, la partita con più spettatori dello scorso anno fu Napoli-Siena (soli tre biglietti in meno venduti rispetto a Napoli-MIlan), seguita da Napoli-Catania e Napoli-Pescara. La società avrà letto questi dati, ovviamente, e ha capito che per avere lo stadio pieno occorre andare incontro alle esigenze economiche dei napoletani. Il risultato è che stasera dovrebbero esserci più spettatori che col Borussia Dortmund. L’incasso, ovviamente, sarà diverso.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata