Bravo Napoli ma diciamo la verità, siamo tutti in attesa del big match col Chelsea

E’ forte ma non va in gol. E’ poco lucido sotto porta. Non sa tirare. Questi erano fino a qualche settimana fa i commenti dei più famosi giornalisti d’Italia su Lavezzi. Reduce da tre gol in altrettante partite, il Pocho  ha finalmente acquisito una maggior sicurezza davanti alla porta che si traduce in un grande beneficio per tutta la squadra. Oramai gli unici gol che non sa fare sono quelli facili, quelli che non servono a  far stupire e strabiliare chiunque veda una partita del Napoli.

In un momento nel quale Hamsik sembra non essere più il grande mattatore degli ultimi anni, è fondamentale che due campioni come Cavani e Lavezzi diano il meglio di sè.

Ultimo, in ordine di tempo tra i gol lavezzani, quello segnato al Parma in posizione irregolare. Ma è un dettaglio, l’irregolarità, che a noi tifosi non dispiace particolarmente.

E’ da analizzare, piuttosto, l’irregolarità di tutta la partita, falsata anche da un fallo di mano, palese, di Dossena, non visto dall’arbitro. Nessun rigore contro il Napoli.

Il Parma degli ex Donadoni e Santacroce si è dimostrato un gruppo in salute e affamato di risultati, quelli che invece il Napoli sta ottenendo con continuità e stanno permettendo di riprendere la corsa al terzo posto. Infatti con l’Udinese in calo ed la Lazio che non è proprio irresistibile, la speranza di rivedere l’anno prossimo la squadra azzurra nella massima competizione europea non è più un sogno irrealizzabile.  Ma diciamo la verità, siamo tutti in attesa del big match col Chelsea. E dall’Inghilterra è arrivata la notizia dell’esonero dell’allenatore Andrè Villas-Boas. Il magnate  Abramovich, proprietario del clun londinese, così ha deciso. Sarà un vantaggio o uno svantaggio per il Napoli? Chi avrà la meglio nel ritorno infuocato di Stamford Bridge? Non ci aspetta che aspettare il 14 Marzo, data che ha già sapore d’impresa.

Adriano De Rosa

IV F Liceo classico Garibaldi, Napoli

Docente: Stefania Colicelli

ilnapolista © riproduzione riservata