Verso il San Paolo
col lutto al braccio

Ci siamo, manca poco. Tra un po’ scendo e mi avvio al San Paolo. Come al solito, in anticipo. Fa freddo, ma poco importa.  Devo respirare il clima, annusare l’aria. La partita si sente, non c’è che dire. Il Palermo è una sorta di spartiacque per la nostra stagione. Speriamo che le fatiche di Utrecht siano state smaltite. Non bisogna sbagliare, non bisogna commettere ingenuità. E’ una gara che potrà gasare molto i nostri, ma – ahimè – anche demoralizzarli. Io sono pronto. Soprattutto a fischiare Migliaccio con quanto fiato ho in gola. Il sacchetto della munnezza è qui sul tavolo. Scenderò col lutto al braccio. Al fianco degli altri 11.700 che hanno aderito alla nostra iniziativa. Ne riparleremo. E forza Napoli. 
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata