Reja: Vedo troppo scetticismo contro la Lazio

«Non penso che sia rotto l’incantesimo. Intorno alla Lazio, vedo troppo scetticismo, ma dentro abbiamo sempre la convinzione di fare un ottimo campionato, e in fondo siamo ancora secondi. Alla fine del girone di andata faremo i primi conti, ma già domani mi aspetto un riscatto contro una grande squadra come il Napoli. Se facciamo la nostra partita, possiamo vincere». Edy Reja non nasconde la delusione per le due sconfitte di fila che hanno buttato giù la Lazio dalla vetta della classifica, ma resta convinto che la sua squadra possa fare un grande campionato, nonostante lo scetticismo dell’ambiente. «Stavamo bene in testa alla classifica – ha aggiunto – Non eravamo certo dispiaciuti. Il primato ci dava grande convinzione e voglia di mantenerlo. Ultimamente però gli episodi ci sono girati contro. Ora, contro il Napoli voglio nuovamente intensità e risultato». Il tecnico ha recitato poi il mea culpa per l’ampio turnover messo in campo a Cesena, con 6/11 diversi rispetto al derby. «Quando si perde la colpa è sempre dell’allenatore. Non mi aspettavo l’assenza di Mauri. Mi prendo in pieno le mie responsabilità per un turnover forse esagerato». Il tecnico biancoceleste ha poi negato l’esistenza di un caso Zarate. «Abbiamo parlato mercoledì sera – ha concluso – Era molto dispiaciuto per la sconfitta. C’è stato un pò di nervosismo, ma non è successo nulla nello spogliatoio».

ilnapolista © riproduzione riservata