Lo speaker attaccato,
“ma io leggo soltanto”

Lo speaker si difende. Domenica al san Paolo è apparso uno striscione “Cercasi un inno da poter cantare e uno speaker, perchè l’attuale è da rottamare” e  Tifonapoli.com ha pubblicato un’intervista a Daniele Bellini, speaker di radio Marte, colui il quale legge le fosmazioni allo stadio. “Io – dice –  non ricevo nemmeno un euro per le prestazioni allo stadio e sono, come voi, sempre in prima linea sia con il caldo che con il freddo. Ieri, sotto la pioggia, sono stato sorpreso nel leggere lo striscione dato che io non ho mai fatto nulla né per essere protagonista (non mi sembra di avere mai detto o fatto cose fuori luogo) né ho mai cantato (non lo so nemmeno fare) e urlare. La società decide la musica e sugli inni è a loro che dovete chiedere, io leggo solo le formazioni e annuncio i goal. Sono sempre stato tifoso del Napoli e sono lì perché per mestiere lavoro nella radio ufficiale del Calcio Napoli. Ripeto, ieri quando ero sotto la pioggia a bordo campo, mi sarei aspettato di tutto ma non uno striscione contro chi allo stadio da’ l’anima (e la voce) per cercare di fare il massimo. Il mio lavoro può piacere o non piacere (e questo è normale) ma, per favore, concentriamoci sulle cose serie”.

Fonte: TifoNapoli.com

ilnapolista © riproduzione riservata