Caro Mattino, lo sai che
le tabelle portano male?

Non me ne vogliano gli amici del Mattino, ma – qui lascio uno spazio bianco per imprecazioni a vario titolo – lo sanno anche i bambini che le tabelle calcistiche non si fanno. NON SI FANNO. PUNTO. O quanto meno non si pubblicano, è roba che si fa in privato, in cucina, in bagno, dove volete… E che ti trovo stamattina nella prima pagina di sport del quotidiano di via Chiatamone? Un titolone a nove colonne: Napoli, primo sprint per la Champions. Fotona di Marek Hamsik con la fascia di capitano (ah, non ne abbiamo parlato proprio di quella fascia) e sotto la tabella punti sino al 9 gennaio.
Ma si può? Metteteci di tutto, chessò un’intervista a Pesaola, un’ode a Lavezzi, un box su una statuina del presepe che è un sempreverde. Ma la tabella no. Tabella che prevede poi per il nostro amato Napoli quattro pareggi (contro Udinese, Genoa, Inter e Juventus) e due vittorie (contro Palermo e Lecce). A fine girone d’andata ci ritroveremmo quarti a 34 punti, dietro Milan (41) Lazio (38), Juventus (35), e avanti a Roma (32), Palermo (31) e l’Inter a 28 con due partite da recuperare per la finale della Coppa Intercontinentale (che oggi si chiama in altro modo ma per sarà sempre la finale di Coppa Intercontinentale). Mah.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata