Io come Mazzarri, con le sconfitte non dormo

Dopo una nottata semi-insonne – io sono come Mazzarri, le sconfitte di sera non mi fanno dormire – francamente posso dire una cosa: sono deluso.
Leggo su siti e forum vari recriminazioni contro l’arbitro e elogi del gran cuore della squadra. A me l’arbitraggio non mi e’ parso scandaloso e quanto al cuore, l’anno scorso ci abbiamo pareggiato con il cuore.
Diciamoci la verita’: un Milan con una difesa improponibile, un centrocampo passabile ma non stratosferico – Pirlo non ha fatto certo gli straordinari ieri- e un attacco tecnico e potente ma non trascendentale, ci ha turlupinato al San Paolo.
La verita’ e’ che quando Cavani la butta dentro ogni due tiri questa squadra, nei titolari, e’ migliore di quella dell’anno passato, ma e’ il livello qualitativo della panca che sembra addirittura essersi abbassato. La prestazione di Yebda e’ stata buona, quando messo nella sua posizione, Dumitru ha pure mostrato buone cose, eppure l’anno scorso Mazzarri pesco’ dalla panchina Cigarini e Denis, tecnica e forza fisica – entrambe mancate ieri sera – e pareggiammo con una splendida rimonta.  Anche il mago Walter sembra aver perso il suo “magic touch”. A parte l’incomprensibile schierare Yebda sulla fascia, e’ da tempo che non azzecca una sostituzione che sia una e sembra anche incapace di gestire il turnover. Scottato dall’esperienza di Bucarest- quando cambio’ senza senso mezza squadra – per il trittico delle partite di questa settimana s’e’ incaponito con la formazione “supertitolare”, nonostante fosse chiaro che Gargano era bollito e Cavani in riserva. Insomma, chi e’ scottato dall’acqua calda, ha paura anche di quella tiepida, anche di far partitre il buon Yebda titolare a Catania o col Liverpool, e magari far subentrare i pezzi da 90 in caso di problemi, nel secondo tempo. Evidentemente Cesena non ha insegnato nulla.
E poi diciamoci la verita’ sono stufo anche delle continue esternazioni senza senso, dalla pleistescion al vinciamo 2 0 col Liverpool, ai continui annunci di nuovi acquisti che faranno fare il salto di qualita’. Io mi domando perche’ non sono stati presi in estate questi campioni, visto che non mi pare si siano spesi tanti soldi, anzi, i campioni son stati ceduti in cambio di onesti gregari.
E insomma mi piacerebbe un’operazione verita’: con Bigon o DeLa che dicessero – Signori noi si lotta per il quinto/decimo posto, il bilancio non ci permette di piu’ – oppure – Signori abbiam sbagliato la campagna acquisti estiva, puntavamo su elementi che non rendono quanto avremmo sperato, a gennaio correggeremo i nostri errori- Ecco una conferenza stampa verita’ mi aiuterebbe a mettermi il cuore in pace, e a smaltire piu’ velocemente la delusione.
Eugenio Angelillo

ilnapolista © riproduzione riservata