Bigon: Mercato? Vediamo dopo Europa league

C’è un po’ di tutto. “C’è rammarico per il risultato ma anche soddisfazione per come abbiamo giocato contro una grande squadra come il Milan”. Napoli-Milan è ancora nella testa. Riccardo Bigon, il ds degli azzurri, la rilegge partendo da una considerazione: “Abbiamo lottato fino all’ultimo secondo”. E’ mancato solo il risultato. “Abbiamo riprovato a recuperare una partita che si era messa male per il loro vantaggio e l’espulsione di Pazienza. Non ci siamo riusciti ma non abbiamo nulla da rimproverarci”.
Si volta pagina, allora. L’obiettivo non cambia, anche se ci sarà da fare ancora i conti con qualche alto e basso. Colpa dei tre impegni a settimana che il Napoli fatica a mandare giù. “Giocare il giovedì è difficile, sapevamo che sarebbe stata una stagione dura per noi, ma anche di crescita”, ha spiegato Bigon a Sky.
“Vogliamo giocarcela con tutti e restare nella parte alta della classifica, la rosa è competitiva e siamo fiduciosi”. I sogni il Napoli li lascia ai tifosi. “La Champions? Sognare non costa nulla ed è giusto che i nostri tifosi lo facciano, ma noi non dobbiamo dimenticare che le rivali sono molto attrezzate e forti. Come ha detto il nostro presidente siamo tra il 5° e decimo posto, ma cercheremo comunque di arrivare il più in alto possibile”.
Magari con qualche piccolo ritocco a gennaio: “Il mercato è ancora lontano, noi teniamo monitorata la situazione, senza dimenticare che sarà importante capire dove saremo in quel periodo. Adesso ci giochiamo le ultime tre partite del girone di Europa League, a partire dalla prossima con il Liverpool, un’altra sfida emozionante. Poi valuteremo se sarà il caso di intervenire”.
Intanto Napoli e il Napoli si godono Lavezzi. La sua magia contro il Milan ha fatto il giro del mondo. “Nelle sfide come quelle di lunedì lui si esalta più che in altre, il gol è una perla che ogni tanto tira fuori dal repertorio, sta trovando continuità e maturità calcistica, cose fondamentali per fare il salto di qualità definitivo”.

ilnapolista © riproduzione riservata