Eziolino in Belgio, Capuano facci divertire

Non posso definirmi il biografo ufficiale di Eziolino Capuano perchè quando alla Pro Salerno i tifosi gli chiedevano “la mossa” e lui imitava la Laurito io non c’ero. Con il passare degli anni lui è (professionalmente) cresciuto, ed io pure. Ora è arrivato all’Eupen (che non è una medicina, ma una squadra belga…attualmente ultima in classifica) e dunque non stupitevi se l’anno prossimo dovesse incrociare il Napoli in Europa. Già, perchè Eziolino in queste situazioni si esalta. A Sora ha compiuto due miracoli: la salvezza e…fermare il Napoli sullo 0-0.
Perchè lui è davvero uno stratega. Con tante virtù ed altrettanti vizi. Ma soprattutto con un sogno mai realizzato: allenare la Salernitana che per lui è “come il Real Madrid”. In verità, ha detto la stessa cosa pure di Puteolana, Nocerina, Altamura…insomma di tutte le squadre che ha allenato. Lo dirà anche dell’Eupen, non dubitate. Di sicuro, in Belgio saprà fare notizia come e più di quando a Castellammare saltò sulle auto dei tifosi fuori dal Menti dopo un derby vinto a porte chiuse. Lo chiamano il Gladiatore, come Totti. Ma lui è più fantasista di qualsiasi numero 10. Forza Eupen, facci divertire!
Gianluca Monti

ilnapolista © riproduzione riservata