Aspettiamo il match con la Roma prima di giudicare

Dalle stelle alle stalle e viceversa. Quest’inizio di campionato anomalo per tutte le squadre e con le partite di "calcio spezzatino", rafforza maggiormente l’idea degli sportivi con il cuore azzurro che dobbiamo attendere. Almeno dopo la partita con la Roma, per cercare di capire cosa sta succedendo e per poter fare delle attente riflessioni o giuste critiche.
La classifica attuale che molti definiscono capovolta, e’ quella che sara’ la futura realta’ del campionato, oppure e’ la "partenza sprint" di alcune squadre che preferiscono fare subito i punti attendendo tempi peggiori? Tutte tranne l’Inter, un discorso a parte, dati i valori indiscussi del team neroazzurro.
Appare chiaro a tutti che oggi non esistono piu’ squadre cuscinetto, e che se non sei in forma puoi perdere qualsiasi partita ,in quanto il fattore campo non è più determinante, tranne casi ed episodi rari. Il nostro campionato si e’ livellato . Ora e’ troppo presto per poter dare una seria risposta, ma è molto "intrigante", per noi sportivi oltre che tifosi, seguire gli sviluppi ed appassionarci, sempre più, per questo meraviglioso sport,che amiamo da sempre. Ancora una volta bisogna dire allegoricamente "non spariamo sul pianista" ed aspettiamo che "il tempo sia galantuomo", per farci comprendere a che livello potrà essere collocata la nostra squadra.
Forza Napoli.
<strong>Gigi Porcelli</strong>

ilnapolista © riproduzione riservata