Cari tifosi occasionali, guardatevi X-Factor

Eccomi qui! Ho letto, vi leggo, e continuerò a leggervi; ma è venuto il momento di esprimere un pensiero “per me” fondamentale.
Sinceramente l’episodio “Quagliarella” (la frase ai tifosi su Lavezzi a Folgaria da me riportata in un articolo sul Napolista) non mi ha lasciato indifferente e da tifoso accanito (quale mi ritengo!!) l’aggressione mediatica che ho subito quest’estate mi ha fatto tanto pensare. Nel giro di un mese sono passato da fomentatore di piazze, arrivista, falso e anche peggio ad essere elogiato per l’unica vera notizia della calda estate partenopea a Folgaria.
Logicamente questo episodio è un semplice puntino nel nostro magico mondo azzurro ma mi serviva oggi piu’ che mai per confermare il mio pensiero. Festeggiamo il Pocho (finalmente spumeggiante e concreto!), festeggiamo il grande Gargano (tiri, punizioni, passaggi illuminanti!) festeggiamo il sempreverde Grava (Cassano non avrà dormito!) festeggiamo il capocannoniere che gioca male ma che alla fine risolve il match (Cavani è fortissimoooo!!), festeggiamoli ma domani anzi dopodomani alla prima prestazione “indecorosa” modello utrecht non li massacrate di critiche!!! questo è lo stesso parallelismo al mio minuscolo episodio: in pochi giorni non si puo’ passare dall’insulto al complimento, non si puo’ criticare tutto e il giorno dopo esaltare ogni piccolo gesto anche ininfluente!
Oggi sarò in contro tendenza ma pianto i piedi bene in terra, la squadra è forte e con una buona dose di esperienza in piu’ ma lasciamoli sbagliare, lasciamoli tirare le punizioni in cielo senza scrivere ovunque e in ogni “pagina mediatica” commenti folkloristici e che non esprimono il nostrro vero amore per la maglia!
Noi amiamo il Napoli, amiamo la maglia e proteggiamola sempre anche quando non ci piace e ci fa comodo “ridere e deridere” quel giocatore che calcia in cielo una punizione. Nella mia fantasia ho il desiderio di vedere uscire dal campo 11 azzurri sempre applauditi, vincenti o perdenti, con la maglia sudata e fieri di giocare per il Napoli, lo so che è quasi impossibile ma facciamo uno sforzo per restare sempre uniti nella gioia e nella sconfitta; adesso è troppo facile salire sul carro dei vincitori, adesso è troppo facile riempire il San Paolo con il Chievo, riempire i divani di amici e parenti, riempire di elogi mister Mazzarri ma…
Vorrei tanto che quella betta fetta di tifosi  “occasionali” che giovedi scorso affollava lo stadio…..il prossimo match restasse comoda sul divano a vedere x-factor!! sempre forza Napoli…
Alberto Feola
ilnapolista © riproduzione riservata