Arrivare fino a Boras per sentirsi traditi dal Napoli

Mi sento tradito. Sono arrivato fin qui, nelle terre scandinave per avere questa mazzata. Perdonatemi, ma non trovo le parole. Ieri scrivevo della partita. Cazzo se mi interessava andare alla partita. Al diavolo Oslo, Copenaghen, Stoccolma e Boras. Ora penso solo a Quagliarella.  Mi sento tradito da tutto e da tutti. Il Napoli questo non ce lo doveva fare. Ora restiamo in mano a Lavezzi. Allora è vero che Mazzarri non sopportava Quagliarella. E’ vero che era un problema per lo spogliatoio. Devo pensare solo questo. Se vendiamo i pezzi migliori non vogliamo crescere. Se vendiamo i pezzi più forti significa che non abbiamo interesse a diventare grandi. L’unico attaccante dai piedi buoni. Amarezza, tanta. Fino a Boras per sentirmi tradito. E’ il Napoli di Mazzarri, De Laurentiis gli ha dato carta bianca. Forse è giusto così. Forse arriverà Pazzini, ma il cuore è un’altra cosa.

Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata