Fabio Quagliarella
va ai Mondiali (e io godo)

E io godo. Comincio così. E chissenefrega. Fabio Quagliarella va ai Mondiali. Lippi lo ha incluso tra i 23, dimostrando ancora una volta che i giornalisti non capiscono assolutamente niente.  Da giorni i miei colleghi davano per certa la sua esclusione. E invece Fabio ce l’ha fatta. Per me se lo merita, non c’è dubbio. Lo so, in tanti sono convinti che abbia giocato una stagione così così: ebbi modo di dibattere su di lui col professor Trombetti all’indomani della sua espulsione contro il Parma (gli diede 1 in pagella). Per me il Quaglia è jucatore, e basta. E se non avesse dovuto far coppia con Lavezzi, ma con una punta vra, ci avrebbe fatto deliziare. E’ uno che ti può risolvere la partita in ogni momento. E Lippi, che di calcio un po’ ne capisce, se lo porta con sé in Sudafrica. Spero ardentemente che questa convocazione elimini una volta e per sempre la tentazione di cedere l’attaccante di Castellammare di Stabia, gran tifoso del Napoli. Infine, ricordo che il Quaglia ha vinto il premio Golden Goal per la rete più bella del campionato, quella realizzata a Bergamo da oltre trenta metri. Grande Quagliarella.
Massimiliano Gallo

P.S. Quest’articolo l’ho scritto alle tre del pomeriggio, di getto, e per scaramanzia non l’ho voluto cambiare.

ilnapolista © riproduzione riservata