Maradona: Messi come me in Messico nel 1986

“Vorrei che Messi avesse lo stesso impatto e che ricoprisse lo stesso ruolo di protagonista che io ebbi al Mondiale del 1986. Gli auguro di diventare il migliore di tutti i tempi”. A poco piu’ di 24 ore dal debutto della sua Argentina, Diego Armando Maradona incorona definitivamente Leo Messi come leader e punta di diamante della Seleccion. Il ct pero’ non dimentica che l’attaccante del Barcellona deve essere considerato “la ciliegina sulla torta” di una grande squadra “che lavora dietro di lui e che lo supporta”. Il primo ostacolo per l’Argentina sara’ la Nigeria: “Sono una squadra ostica ma noi siamo all’inizio di un’impresa e vogliamo fare un grande Mondiale”. A chi gli chiede quale nazionale tema di piu’, l’ex Pibe de Oro risponde di essere rimasto molto colpito da Portogallo e Costa d’Avorio: “Mi piacciono, daranno molto fastidio nel girone al Brasile anche se – ammette – il Brasile e’ il Brasile”.

ilnapolista © riproduzione riservata