ilNapolista

Sgarbi: «Di Maradona resta il bene che ha fatto a miliardi di persone con i suoi gol»

A Repubblica Torino: «Sono opere d’arte. Il male che ha fatto a sé stesso è finito con lui. Anche Caravaggio oggi non è ricordato perché ha ammazzato un uomo»

Sgarbi: «Di Maradona resta il bene che ha fatto a miliardi di persone con i suoi gol»

Repubblica Torino intervista Vittorio Sgarbi. Oggi il critico d’arte aprirà le lezioni di Vita Nova con un intervento su Bene e Male e Bello e Brutto. Il suo intervento sarà online sul sito del Salone del Libro di Torino.

Sgarbi ha deciso di iniziare la sua lezione parlando di Maradona. Spiega perché.

«Perché ho sentito tanti dire “certo Maradona è stato grande, ma si drogava, frequentava la camorra ecc. ecc…”. In realtà, quello che ha fatto di bene riguardava miliardi di persone, il male che ha fatto a sé stesso non c’è più, è finito con lui. Resta il bene, che viene anzi innalzato con la sua morte. Pasolini non è meno grande perché prima di morire ha fatto sesso con un minorenne. E anche Caravaggio, per parlare di arte, non è ricordato oggi perché ha ammazzato un uomo».

ilnapolista © riproduzione riservata